Giovedý 02 Febbraio11:57:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nuovo manifesto per l'edizione 2023 del Meeting di Rimini

Il titolo del Meeting 2023 'L’esistenza umana è un’amicizia inesauribile' non vuole essere quindi un invito generico all’amicizia, ma un percorso per riscoprirne l’origine

Attualità Rimini | 11:15 - 29 Dicembre 2022 Bernhard Scholz - nella gallery l'immagine del Meeting 2023 Bernhard Scholz - nella gallery l'immagine del Meeting 2023.

Nell’orizzonte del titolo “L’esistenza umana è un’amicizia inesauribile”, stanno man mano prendendo forma mostre, convegni e spettacoli del Meeting 2023, unitamente alle attività dello sport e del villaggio ragazzi. Intanto, a conclusione del 2022, sono stati resi noti il manifesto con l’immagine dell’edizione 2023 e una scheda in italiano, inglese e spagnolo che anticipa le principali linee di contenuto della manifestazione, che si terrà dal 20 al 25 agosto nella Fiera di Rimini. 


«Dopo due Meeting che hanno creato un grande interesse ma sono state vissuti con restrizioni sanitarie, il 2022 è stato l’anno della piena ripresa post-pandemia», dice il presidente della Fondazione Meeting, Bernhard Scholz, «e ha superato ogni nostra aspettativa, con dati entusiasmanti: dalle 800mila presenze, ai 3.000 volontari, fino ai 350 milioni di utenti raggiunti su radio e tv, certificati da organizzazioni terze. Ma oltre e più che i numeri ci interessa approfondire la provocazione contenuta nel titolo del Meeting 2023». 

 

Il Meeting mette quindi a tema l’amicizia, che fa parte, come “amicizia fra i popoli”, della sua stessa “ragione sociale”. «L’amicizia esalta la singolarità, l’unicità della persona e i suoi desideri più veri, esalta i talenti ricevuti proprio attraverso la relazione. In questo senso l’amicizia supera l’individualismo ed è antidoto al collettivismo», spiega Scholz, «per la sua propensione a condividere i beni ricevuti, ad accompagnarsi nelle esperienze più significative nella ricerca del vero, del bello, del giusto, ad aiutarsi, correggersi, sostenersi vicendevolmente in tutti gli aspetti della vita». Nasce così l’amicizia sociale, concetto molto caro a papa Francesco, perché «spesso dalle amicizie nascono opere, iniziative sociali e culturali utili per il mondo».   

Il titolo del Meeting 2023 non vuole essere quindi un invito generico all’amicizia, ma un percorso per riscoprirne l’origine, di quell’amicizia in particolare che nasce dall’esperienza cristiana. «Dire che “L’esistenza umana è un’amicizia inesauribile”», aggiunge il presidente del Meeting, «significa che la persona in quanto persona è investita da un’amicizia che proviene dal Mistero stesso che l’ha chiamata all’esistenza. Questa chiamata piena di “una passione per l’uomo” – così il titolo del Meeting 2022 – è ciò che rende inesauribile l’amicizia nella quale ci vuole coinvolgere. L’amicizia è inesauribile perché inesauribile è la sua fonte».   

 

Il Meeting di quest’anno ci invita quindi «a prendere di nuovo coscienza di quest’amicizia infinita e gratuita, a condividerla, a guardare i suoi frutti nel passato e nel presente, a riflettere sul suo impatto attuale e potenziale nel mondo contemporaneo, così martoriato da tante inimicizie». 

 

Il Meeting stesso è nato e rinasce ogni anno dall’amicizia per diventare fermento di nuove amicizie, per rinvigorire amicizie già consolidate: «Nella sua prossima edizione il “Meeting per l’amicizia fra i popoli” ci renderà presente in modo particolare che ogni amicizia autentica è in qualche modo una profezia per la pace e per la riconciliazione, perché testimonia che è possibile vivere insieme per il bene di ognuno e per il bene di tutti, cogliendo le differenze e le diversità non come ostacoli ma come arricchimenti reciproci».

< Articolo precedente Articolo successivo >