Luned́ 30 Gennaio10:37:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione, Barontini: 'Sampierana campione d'inverno, due mesi fa era impensabile'

Il tecnico: 'Bella sensazione, ma il Gambettola resta favorito. Dopo il ko con la Stella abbiamo fatto un sallto di qualità'

Sport Cesena | 19:54 - 22 Dicembre 2022 La Sampierana esulta dopo il successo sul Gambettola La Sampierana esulta dopo il successo sul Gambettola.


La Sampierana campione d'inverno in virtù della vittoria per 2-1 nello scontro diretto di sabato scorso contro il Gambettola che l'affianca in classifica con 38 punti, è una lieta sorpresa per il club presieduto da Oberdan Melini.


Mister Federico Barontini, vi siete fatti un bel regalo per le feste natalizie, forse insperato solo un mese e mezzo fa...

“E' una piacevole sensazione il titolo di campione d'inverno, certamente inaspettata perché due mesi fa dopo la sconfitta contro la Stella eravamo a -7 dalla capolista. E' un traguardo meritato: in casa abbiamo sempre vinto, negli ultimi due mesi siamo passati in trasferta sul campo del Bakia e a Forlimpopoli. Abbiamo fatto tanto, ma ora si cancella tutto e si riparte da zero”.

Avete meritato la vittoria eppure il Gambettola in extremis stava per pareggiare..

“Ho rivisto il match: la Sampierana ha sfoderato una prestazione superba sotto il profilo fisico, ha costretto l'avversario ad errori che solitamente non commette, abbiamo fermato il loro bomber Spadaro, eppure il Gambettola ha segnato un gol e nel recupero avrebbe potuto pareggiare. Mettiamola così: con un punto il Gambettola non avrebbe rubato nulla, di certo un pareggio per noi sarebbe stato un risultato un po' penalizzante”.


Psicologicamente sta meglio la Sampierana. C'è il rischio adesso che accusiate la pressione?

“E' vero, dal punto di vista psicologico stiamo meglio noi, però c'è quasi un mese di stop ed il Gambettola ha tutto il tempo per riassorbire il colpo. Tra l'altro ha inserito due pedine molto forti come gli attaccanti Osayande, già in rete al debutto, e Radoi e per questo dico che rimane la squadra con il favore del pronostico. Quanto a noi, più che la pressione temo le avversarie di un campionato bello tosto, che daranno ancora di più per battere la Sampierana. Del resto, non possiamo più nasconderci come ho detto ai ragazzi. Forse per noi sarebbe stato meglio continuare a giocare per sfruttare l'onda dell'entusiasmo e lo stato di forma. Anche noi ricaricheremo le pile perché a gennaio si ricomincia alla grande: trasferta a Cervia e poi il Novafeltria in casa”.


A proposito di rinforzi, la Sampierana ha preso Braccini e si è ritrovata Pippi lungo il cammino. Quest'ultimo resterà o ritornerà in America dopo le vacanze di Natale?

“Pippi molto probabilmente resterà con noi anche nei mesi prossimi e se sarà davvero così per la Sampierana sarà un arricchimento del suo poteziale”.


A fine ottobre sconfitta sul campo della Stella. Cosa è cambiato da allora?

“Abbiamo fatto un salto di qualità, abbiamo alzato l'asticella di ogni allenaento e di ogni partita, l'impegno che ci mettevamo andava bene ma non sufficiente. In trasferta abbiamo perso dei punti preziosi. E allora invece del 70, 80 per cento siamo riusciti a dare il cento per cento. Lo dicono i numeri: nove reti subite nelle prime otto giornate, solo tre nelle altre sette. La squadra è cresciuta nell'applicazione nella fase difensiva. Dovremo dare il massimo sempre, evitare cali, fare in modo cioè di non avere alcun rammarico se a spuntarla fosse il Gambettola”.







< Articolo precedente Articolo successivo >