Venerdý 03 Febbraio08:08:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Valconca, nel 2023 spazio agli investimenti per la realizzazione del Nuovo Centro di Protezione Civile

Altro obiettivo strategico per l'Unione è quello legato alla promo-commercializzazione

Attualità Valconca | 13:41 - 21 Dicembre 2022 Panorama di Gemmano Panorama di Gemmano.

Nella giornata di giovedì 22 dicembre sarà sottoposta al Consiglio dell'Unione Valconca la proposta riguardante l'approvazione del bilancio di previsione per il 2023. Un bilancio, chiarisce il presidente dell'Unione Valconca, Giorgio Ciotti, “improntato fondamentale al consolidamento e alla stabilizzazione del quadro economico-finanziario dell'ente che negli ultimi anni ha imboccato la strada del rilancio e del potenziamento dei propri servizi rivolti alla cittadinanza dei nove Comuni della vallata. Il documento di programmazione che porteremo in approvazione ci permette anzitutto di confermare, anche per il 2023, le funzioni acquisite nel biennio 2021-2022. Ricordiamo, nello specifico, che allo stato attuale l'Unione Valconca è in grado di assicurare l'esercizio di funzioni strategiche e fondamentali per il territorio, quali ufficio Sue-Suap-Sismica, informatica e agenda digitale, Polizia Locale, Protezione Civile, controllo di gestione, Centrale Unica di Committenza. A queste, di recente, si sono aggiunte anche altre due funzioni, come quelle di notifica e statistica in accordo con l'ISTAT. Il 2023 vedrà, come già detto, il consolidamento di queste funzioni, anche attraverso nuove assunzioni che andranno così a rafforzare gli investimenti sul fronte del personale già compiuti nel 2022. Nel nuovo anno, entreranno infatti a far parte dell'organico un messo notificatore e due nuovi agenti di Polizia Locale (uno per ciascun sub-ambito)”. Anche sul fronte degli investimenti sono previste novità importanti. “Dopo molto tempo – prosegue il presidente Ciotti – l'Unione Valconca torna ad esercitare un ruolo attivo per lo sviluppo e la crescita del territorio, inserendo nel proprio bilancio risorse considerevoli destinate agli investimenti. Erano molti anni che questo non accadeva e riteniamo che rappresenti senza dubbio una svolta di non poco conto per l'ente. L'opera più rilevante sarà il nuovo Centro Sovraccomunale di Protezione Civile, al centro di uno schema di accordo recentemente sottoscritto con il Comune di San Clemente. Il progetto di fattibilità tecnico ed economica prevede, come già anticipato, la realizzazione di una struttura operativa della superficie di circa 300 mq, che potrà potrà eventualmente comprendere spazi adatti a contenere gli uffici e i locali tecnici dei servizi di protezione civile degli enti locali oltre ai distaccamenti dei Vigili del Fuoco e del Gruppo Intercomunale dei Volontari di Protezione Civile (GIV). L'Unione ha già avanzato alla Regione Emilia-Romagna una richiesta di finanziamento pari a 200mila euro. Altri 400mila euro saranno messi in campo dall'Unione stessa attraverso risparmi dei precedenti esercizi, quindi senza andare minimamente ad intaccare i bilanci dei nove Comuni. Di pari passo si procederà, nel 2023, all'approvazione dei nuovo Piano sovraccomunale e dei Piani comunali di Protezione Civile, fermi al 2013”. Altro obiettivo strategico, per l'Unione Valconca, è quello legato alla promo-commercializzazione. Anche su questo versante si prevedono investimenti finalizzati alla creazione di strumenti di promozione turistica capaci di intercettare segmenti di mercato e di delineare la brand identity della vallata. “Attraverso fondi propri e della Regione, l'Unione Valconca – conclude il presidente Ciotti – intende attivare un ufficio di comunicazione integrato per tutti i nove Comuni, segnatamente per quanto attiene la promozione di eventi, sagre, manifestazioni, etc. A ciò si accompagnerà lo sviluppo di una App dedicata in collaborazione con il GAL Valli del Marecchia e del Conca”.

< Articolo precedente Articolo successivo >