Marted́ 07 Febbraio23:56:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Commercialista si intasca le tasse dei clienti: si sarebbe trattenuto almeno 340mila euro

Un 59enne riminese deve rispondere di appropriazione indebita

Cronaca Rimini | 17:08 - 20 Dicembre 2022 Archivio Archivio.


Un 59enne commercialista riminese è a processo per appropriazione indebita pluriaggravata e continuata, accusato di essersi intascato circa 340.000 euro, versati da alcuni suoi clienti per il pagamento delle tasse: i due titolari di una parafarmacia, il titolare di una carrozzeria e un imprenditore. Le indagini scattarono nel 2020, quando i titolari della parafarmacia si rivolsero al proprio legale, l'avvocato Gianluca Brugioni, lamentando di aver ricevuto una cartella di Agenzia dell'entrate che reclamava il pagamento delle tasse per il periodo 2013-2018. Il commercialista aveva ricevuto 217.000 euro, 115.000 invece i soldi ricevuti dal carrozziere, costituitosi a sua volta parte civile attraverso il proprio legale, Alessandro Sarti. Anche in questo caso le cartelle "contestate" partono dal 2013. Infine il terzo imprenditore ha lamentato un ammanco di una decina di migliaia di euro.  Il commercialista, difeso dall'avvocato Piero Venturi, avrebbe usato il denaro per pagare dei debiti. Tuttavia nel processo potrebbero confluire altre denunce di clienti del commercialista, secondo alcune indiscrezioni.


< Articolo precedente Articolo successivo >