Giovedý 02 Febbraio11:00:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C, Rimini-San Donato Tavarnelle: inizia la rincorsa ad una classifica migliore

Prima partita di riitorno venerdì al Neri (17,30). Gaburro: 'Occhio, loro sono dinamici e veloci'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 15:24 - 22 Dicembre 2022 Marco Gaburro in sala stampa Marco Gaburro in sala stampa.


Prima del girone di ritorno per il Rimini: venerdì al Neri (17,30) sfida al San Donato Tavarnelle che in classifica ha 16 punti (contro i 31 dei biancorossi), nell’ultimo turno corsaro a Fiorenzuola (1-2) mentre la squadra di Gaburro è reduce da due hurrà di fila. Due squadre che sono cresciute rispetto all'andata.

Un solo assente in casa biancorossa, l'attaccante Mencagli. Zaccagno sarà in panchina con la maschera di potezione come a Montevarchi. Per il resto centrocampo sulla via della riconferma, in avanti possibile l'ingresso di Piscitella o Sereni al fianco di Santini e Gabbianelli. Dando per scontate le conferme di Tofanari e Haveri, si profila la conferma di Gigli, autore del gol a Montevarchi, con l'altra maglia contesa dal rientrante Panelli, Pietrangeli e Allievi.

“La squadra sta bene, i giocatori tutti stanno spingendo parecchio e di qestod eve far complimenti ai ragazzi. In tutti i reparti siamo ben coperti adesso e questo ci permette di avere pià carte da giocare durate la partita” dice mister Gaburro.


“Dobbiamo sfruttare la scia degli ultimi due risultati, sapendo che si affronta una squadra che ti conosce già. Nel girone di ritorno il campionato, si sa, è completamente diverso – continua il tecnico del Rimini – Il San Donato ha cambiato guida tecnica, non il sistema di gioco, si esprime più in verticale, ha qualità di palleggio e nelle ultime partite ha trovato continuità di risultati. E' dinamica, ha davanti ha giocatori veloci, per cui dovremo stare attenti. Sarà una partita non fiacca. Il fatto di aver raggiunto la quintultima dopo esser stata a lungo su fondo, le può dare una spinta”.

Auspicio per il girone di ritorno?

“E' un campionato diverso, per fare di nuovo bene bisognerà crescere perché col il nostro rendimento dell'andata non riusciremo a riepre il bottino dell'andata, bisognerà migliorare il rendimento per ambire un altro mini campionato positivo come è stato quello dell'andata. Noi in fase difensiva, per l'atteggiamento nel pressing in particolare, e nella qualità di costruzione anche in superfici che non sono veloci come quella del Neri, per cercare di massimizzare il più possibile. Obbiettivo? Il quarto posto è a due punti, il campionato è livellato nella parte centrale della classifica, noi dobbiamo avere l'ambizione di scalare qualche posizione”.
ste.fe.




ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >