Martedý 07 Febbraio22:35:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pos o contanti, l'importante è pagare: la 'provocazione' di un ristoratore riminese

Un cartello all'ingresso del locale avvisa gli avventori che ogni moneta di pagamento è bene accetta

Attualità Rimini | 12:31 - 10 Dicembre 2022 Il cartello all'ingresso Il cartello all'ingresso.

Pagamenti in contanti o con il Pos, la discussione è accesa tra operatori economici e consumatori. Tra chi è favorevole all'innalzamento del tetto sull'uso di contanti, chi usa la carta per quasiasi acquisto, il dibattito è quotidiano. Il titolare del Bounty di Rimini Giuliano Lanzetti ha fatto esporre un cartello nel suo locale che ben sintetizza il suo pensiero "In questo locale si accettano tutte le carte e bancomat anche per piccole transazioni (1 euro"). L'importante è pagare. P.s. Abbiamo 8 Pos!"

"Ragionare a risparmio e proibire ai clienti le transazioni con il POS sotto determinate cifre, solo perché vengono applicate commissioni molto alte è un suicidio - afferma Giuliano Lanzetti, titolare del Bounty -. Con questo non voglio dire che sono a favore delle commissioni bancarie, ma parliamoci chiaro: crediamo davvero che le commissioni sulle transazioni POS decreteranno il successo o il fallimento del locale? Ormai le carte le usano tutti e sono sempre più diffuse.  Voler limitare il cliente nei metodi di pagamento per via delle commissioni (e non solo...) non è di certo un segnale dell'ospitalità che dovrebbe esserci in ogni locale di Italia".

< Articolo precedente Articolo successivo >