Mercoledì 08 Febbraio00:07:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione: Gabicce Gradara, il presidente Marsili: 'Avanti con fiducia'

"Anche nelle difficoltà ho sempre avuto fiducia. Ci siamo ripresi, consapevolezza delle nostre qualità'

Sport Gabicce Mare | 10:48 - 10 Dicembre 2022 Nelle foto: da destra il presidente Marsili e il tecnico Vergoni Nelle foto: da destra il presidente Marsili e il tecnico Vergoni.

Due turni importanti aspettano il Gabicce Gradara – domenica i Portuali in casa, poi trasferta contro la Vigor Castelfidardo – che ha risalito la corrente abbandonando la zona playout con dieci punti in quattro partite con un solo gol subito.

Presidente Gianluca Marsili, il Gabicce Gradara ha preso il ritmo giusto dopo un avvio difficile.

“All’inizio abbiamo sofferto più del previsto nella ricerca dell’affiatamento di un gruppo completamente nuovo, una serie di infortuni tra cui quello del centrocampista Casoli, che non abbiamo mai schierato, ci ha complicato la vita; la società, però, ha sempre nutrito fiducia sulle qualità della squadra, che al di là dei risultati a singhiozzo che ci hanno lasciato l’amaro in bocca, ha mostrato il giusto atteggiamento e ha fornito prestazioni all’altezza”.

Quale può essere l’obiettivo della stagione?

“Dobbiamo raggiungere il prima possibile la salvezza e poi vedremo quale potrà essere il nostro obiettivo. La squadra ha trovato la quadratura del cerchio in difesa (un solo gol subito al 90’ nelle ultime quattro partite) e contiamo che con l’inserimento dei nuovi acquisti – l’under Betti, gli over Domini e Franca –  si possa fare un salto di qualità. I nostri tifosi ci stanno seguendo con passione e potranno essere il valore aggiunto. Vogliamo guardare il bicchiere mezzo pieno”.

Cosa serve per fare il salto di qualità?

“Dobbiamo essere meno spreconi sotto porta, chiudere le partite quando si può: contro il Valfoglia non l’abbiamo fatto, ci siamo chiusi convinti di poter portare a casa i tre punti e abbiamo subito la rete del pareggio nel finale. E’ accaduto anche in partite precedenti. Ma piangere sul latte versato non serve a nulla, bisogna guardare avanti, alle prossime due sfide in cui dobbiamo cercare di fare un altro piccolo scatto in avanti prendendo piena consapevolezza delle nostre qualità: il modo giusto per affrontare al meglio anche le sfide più complicate”.




< Articolo precedente Articolo successivo >