Venerd́ 03 Febbraio08:39:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C, Rimini-Ancona 2-1. Gaburro: 'Premiata la nostra caparbietà. Bravi tutti'

Il tecnico: 'Trovare il pari subito ha dato grande linfa'. Tanasa: 'Dopo la rete di Del Carro ci siamo liberati di testa'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 22:00 - 10 Dicembre 2022 Marco Gaburro a fine partita (in gallery Colavitto) Marco Gaburro a fine partita (in gallery Colavitto).


Il Rimini ritrova la vittoria con grande forza, determinazione e cuore ribaltando il match in pochi minuti dopo lo svantaggio. Il tecnico Marco Gaburro esalta la prova della sua squadra.

“Sono molto contento per il risultato. I ragazzi sono stati bravi ad andare oltre rispetto a quella che era l’inerzia della situazione – commenta - si è visto che avevamo la voglia di vincere. Abbiamo trovato i tre punti con la determinazione, faccio i complimenti alla squadra, a chi ha giocato dall'inizio e a chi è entrato a gioco lungo. Le squadre non si sono risparmiate: il Rimini è stato premiato per la caparbietà e per la voglia di riprendersi qualcosa che ci era sfuggito. Nel finale abbiamo fatto vedere anche una squadra con energie e dico anche con anima perché abbiamo fatto gol con caparbietà e li abbiamo trovati con giocatori che hanno nel DNA questa caratteristica. Trovare il pari subito ha dato grande linfa, c’è stata anche la traversa, situazioni che ti hanno fatto credere di potercela fare”.


Una vittoria tanto più preziosa in quanto l'Ancona si è dimostrato avversario di valore. “L'Ancona dal punto di vista tattico è piaciuta molto perché quando si compattava non ci lasciava spazio. E' stata una partita molto difficile tatticamente: primo tempo in cui era difficile trovare spiragli contro un avversario quadrato, partita molto più vivace nella ripresa e dispendiosa fisicamente. I ragazzi sono stati bravi a reagire dopo il gol perchè quello era un momento in cui stavamo subendo la loro gamba trovando due reti su situazioni da fermo”.

Il portiere del Rimini Cesare Galeotti, spiega: “Dopo il rigore parato la nostra tenacia è aumentata e la voglia di far bene anche. Penso possa aver dato una spinta in più ai compagni e sono contento”.

Andrei Tanasa, autore dell’assist per l’1-1 e del gol del 2-1, il suo primo tra i professionisti, dice: “La rete è molto importante per me e per la squadra. Questa volta siamo riusciti a portare a casa il bottino pieno. Dopo il gol di Del Carro ci ci siamo liberati di testa, abbiamo iniziato ad accelerare, a pressarli ed è venuto il raddoppio. Sono corso verso la tribuna per cercare Santini - svela - perché prima della partita mi aveva detto che sarei entrato al 68′ e segnato il gol decisivo al 75′. Dedico il gol alla mia famiglia e anche a Santini, che ha indovinato. Questa vittoria in questo momento del campionato conta tantissimo, dà molta fiducia, soprattutto dopo la trasferta di Fiorenzuola dove abbiamo giocato una buona partita senza raccogliere nulla. Vincere contro l’Ancona, che è un’ottima squadra, ti dà fiducia".

Dall'altra parte mister Gianluca Colavitto, sottolienea dando merito della vittoria al Rimini: “Analizzeremo in camera caritatsi quella annunciata di minuti di folia che ci sono costati la partita, però mi tengo la prestazione, l'approccio, l'interpertazione. Sono rientrati Petrella e Berardi, quest'ultimo è ritornato dopo un anno e mezzo. L’ho fatto entrare per dieci minuti. Ripeto, la squadra si è ben comportata. Purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo due palle inattive. E pensare che dopo l'errore dal dischetto siamo andati in vantaggio rigore e approcciare il dopo come l’abbiamo approcciato noi, c'è quindi amarezza: vieni a Rimini, fai quello che devi fare e torni a casa con zero punti”.

ste. fe.


ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >