Mercoledė 01 Febbraio01:16:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tutto quello che c’è da sapere su modelli Toyota più popolari

I modelli d’auto Toyota più venduti e popolari, approfondendone le caratteristiche e le differenze

Attualità Nazionale | 08:12 - 07 Dicembre 2022 Tutto quello che c’è da sapere su modelli Toyota più popolari

La Toyota si appresta a spegnere le candeline per il suo novantesimo compleanno, che avrà luogo nel 2023.

L’azienda infatti, nasce ufficialmente nel 1933, quando la Toyoda Automatic Loom inaugura una filiale dedicata completamente alla produzione di automobili.

È il 1934, esattamente un anno dopo, quando la Toyota costruisce il primo motore: trattasi di un Type A 3.4, a sei cilindri in linea da 62 CV. Due anni più tardi, nel 1936, viene realizzata la prima auto, la Model AA. Da allora, l’azienda automobilista ne ha fatto di strada, producendo diversi modelli d’auto, per tutti i gusti.

In questo articolo andremo a fare un breve excursus sui modelli d’auto Toyota più venduti e popolari, approfondendone le caratteristiche e le differenze, andando a vedere anche quali sono le parti e le componenti di ogni singolo modello che potrebbero costituirne il punto debole, e le relative soluzioni ed opzioni per acquistare gli eventuali pezzi di ricambio.


TOYOTA YARIS


Iniziamo dalla Toyota Yaris, sicuramente uno dei modelli più venduti dalla casa giapponese negli ultimi anni, arrivato ormai alla sua quarta generazione.

Il punto forte di quest’auto è da sempre stata la compattezza esterna a fronte di un’ottima abitabilità interna, ma nell’ultima versione sono state introdotte anche importanti migliorie del punto di vista della dotazione tecnologica (schermo da 8 pollici del sistema di infotainment compatibile con Android Auto e Apple CarPlay).

Per quanto riguarda le dimensioni, l’attuale gamma propone ha una lunghezza inferiore ai 4m ed un’altezza di circa 1.50m che la rendono un’opzione ideale per la città. I posti omologati sono 5, disponibile in versione Benzina o Ibrida, bagagliaio da 286 L e Classe Euro6.

Il nuovo design esterno è sicuramente più sportivo e accattivante rispetto ai precedenti modelli: fari a Led e paraurti più pronunciati vanno a completarne la descrizione.

Per i più sportivi esiste un versione ad hoc, 3 porte con parafanghi allargati vista la presenza di grandi pneumatici con cerchi in lega da 18.

La nuova Yaris offre 5 allestimenti disponibili:

Active: la versione base;

Trend: presenta qualche rifinitura in più e rappresenta un giusto compromesso qualità/prezzo;

Lounge: versione full-optional e di gran comfort;

Style: propone vernice bicolore, dedicata ai più giovani e a chi non vuole di certo passare inosservato;

Gr: come detto è la versione sportivissima, ispirata al mondo del Rally.

Studiando uno storico dei “punti deboli” di quest’auto, segnaliamo casi di distacco del collegamento degli ammortizzatori anteriori o telai, e piccoli problemi alla pompa dei freni.

In merito a consigli o suggerimenti su dove cercare eventuali pezzi di ricambio in caso di necessità, risparmiando senza rinunciare alla qualità, è possibile trovare la soluzione online: scopri di più su Ovoko.


TOYOTA AYGO


Andiamo ora a parlare di un altro modello tra i più venduti in casa Toyota, ovvero la Aygo, la City-car per eccellenza della casa giapponese.

L’ultima versione, la Aygo Connect, offre sia la versione 3 che 5 porte ed è dotata di sistema Dcm – Data Communication Module, con al centro della plancia l’immancabile monitor per il sistema di infotainment.

Anche quest’auto, come la sua sorella maggiore, punta gran parte del suo successo soprattutto sulla compattezza ed agilità, ottime caratteristiche per affrontare il traffico cittadino. La lunghezza di 3.47m, l’altezza di 1.46m, e la larghezza di 1.62m fa sì che la Aygo sia omologata per 4 persone.

Anche la capienza del bagagliaio non è niente di eccelso, ma per il genere di utilizzo cui quest’auto è immaginata, non dovrebbe essere un grosso difetto.

Attualmente disponibile solo in versione Benzina, Classe Euro6 D-Temp.

Il design esterno resta molto fedele a quello della versione precedente, con le linee sul muso che disegnano una X incrociandosi sullo stemma Toyota. Sul retro, posizionati verticalmente ai lati del lunotto, troviamo i fari e il vano per la targa.

I possibili allestimenti offerti da Aygo sono 6:

X-Cool: la versione base;

X-Play: maggiore dotazione tecnologica;

X-Fun: pensata per giovani e neo-patentati;

X-Wave: è la versione “cabrio”;

X-Music: come la Style per Yaris, è la versione bicolore;

X-Clusive: versione full-optional e top di gamma.

Anche per questo modello, andando a spulciare tra i problemi più comuni e i suoi “punti deboli”, troviamo l’usura dei dischi nei freni, problemi occasionali con il Bluetooth, perdita di liquido di raffreddamento, etc.

Per l’acquisto di qualsiasi pezzo di ricambio dell’auto, come sempre si può dare un’occhiata ad alcuni rivenditori on-line, dove si avrà l’occasione di trovare il ricambio giusto al prezzo più conveniente.


TOYOTA IQ


L’ultimo modello Toyota di grande successo di cui parleremo è la Toyota IQ, la più piccola della gamma proposta dalla casa giapponese, paragonabile come settore di mercato a quello della Smart (2 posti).

Ideale per muoversi in città, nel traffico e soprattutto per trovare più facilmente parcheggio, grazie alle sue ridottissime ed ultracompatte dimensioni. Parliamo, infatti, di un auto lunga 2.99m per 1.50m di altezza e 1.68m di larghezza e che, rispetto alla rivale equivalente Smart Fortwo, offre 4 posti! Ovviamente a farne le spese è la capacità del bagagliaio che si limita ad essere utilizzato per il trasporto di borse della spesa o poco più. Abbattendo i sedili posteriori la capacità aumenta a 240 L.

La IQ è stata in produzione dal 2009 al 2015, per cui attualmente per averla si dovrà necessariamente attingere al mercato delle automobili di seconda mano.

È un’auto decisamente scattante, agile e soprattutto sicura, molto più di tante altre sue dirette “concorrenti”, avendo ottenuto 5 stelle ai crash-test EuroNCAP. Il suo angolo di sterzata, inoltre, è talmente fenomenale da permettere di fare manovra e di entrare ed uscire anche dai parcheggi più impossibili.

I motori proposti sono il 1.0 e il 1.3 esclusivamente benzina e con possibilità di cambio automatico a variazione continua, che di certo più si addice a questa tipologia di auto.

I punti deboli di questa piccolissima City-car, invece, possono individuarsi nei freni e negli ammortizzatori, ma anche in questo caso per eventuale supporto e acquisto dei pezzi di ricambio è possibile consultare un fornitore anche sul web attraverso il proprio smartphone.


< Articolo precedente Articolo successivo >