Sabato 28 Gennaio00:58:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Spaccio di stupefacenti e detenzione di arma da sparo: nove arresti a Rimini

I Carabinieri in azione all’alba di oggi, giovedì 1 dicembre, in esecuzione di un provvedimento della Procura della Repubblica

Cronaca Rimini | 07:44 - 01 Dicembre 2022 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

Durante la notte i Carabinieri di Rimini hanno eseguito nelle province di Rimini e Torino, 9 misure cautelari per 6 persone di origine albanese, 2 italiane ed una moldava. Sono gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di spaccio di stupefacenti, in particolare cocaina, e detenzione illecita di un’arma da sparo
Quattro di loro sono in carcere, altri quattro hanno il divieto di dimora in provincia di Rimini, l'ultimo ha obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Il tutto è partito da un episodio accaduto nel luglio 2021 a Riccione. Uno straniero era stato accoltellato per una rapina da uno degli indagati, poi denunciato. In realtà si trattava di una aggressione legata a questioni di droga. In questi 16 mesi i Carabinieri hanno indagato scoprendo una fiorente attività di spaccio con base a Riccione che si ramificava nell'intera provincia di Rimini. Non solo spaccio ma anche aggressioni nel curriculum degli indagati, come quella avvenuta a Riccione. C'era anche il concreto rischio che fossero in possesso di armi da sparo. La droga partiva da Riccione e veniva consegnata a domicilio dei clienti.

Le indagini hanno permesso di ricostruire tutti i dettagli dell'attività. Nel corso di questi mesi sette persone, tra cui alcune coinvolte nell'operazione odierna, sono state arrestate in flagranza per spaccio. Sono stati recuperati oltre 2 kg di cocaina e un revolver calibro 38 special con munizioni, rubato anni fa a Modena. 
Tre indagati si trovano in carcere a Rimini, un quarto alla casa circondariale di Torino. Agli altri 5 sono stati notificati provvedimenti cautelari. 
Nei prossimi giorni saranno sottoposti all'interrogatorio di garanzia.

< Articolo precedente Articolo successivo >