Sabato 28 Gennaio06:11:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Murata Futsal, Lorenzo Bugli: 'Decimati dagli infortuni, ma ora due match da non fallire'

Il dirigente: 'L'obbiettivo dei playoff non cambia. E a gennaio interverremo sul mercato'

Sport Repubblica San Marino | 10:23 - 26 Novembre 2022 Lorenzo Bugli, dirigente del Murata Futsal Lorenzo Bugli, dirigente del Murata Futsal.


Una serie di tre sconfitte di fila (cinque in totale) ha aggravato la situazione di classifica classifica del Murata Futsal che si trova ora al quart'ultimo posto in compagnia di Pennarossa, Libertas e Faetano – tutte a sette punti – con Cailungo, San Giovanni e Cosmos alle spalle.

Lorenzo Bugli, a cosa si deve questa complicata situazione di classifica?
“In effetti viviamo un momento delicato determinato in gran parte da una serie incredibile di infortuni – ultimo in ordine di tempo quello del portiere Lonfernini - alcuni anche di una certa gravità, che hanno ridotto ai minimi termini la rosa a disposizione dello staff tecnico – dice uno dei dirigenti di riferimento del club – ma anche in queste condizioni precarie la società ritiene che siano intatte le possibilità di arrivare ai playoff e a tal riguardo saranno fondamentali i prossimi due scontri diretti contro Pennarossa e Tre Penne che ci sopravanza di due lunghezze. E' molto importante che ci sia un salto di qualità in allenamento sotto il profilo tattico e si riesca ad inserire al meglio i sostituti degli infortunati. La squadra deve lavorare a testa bassa: seppur decimato il Murata Futsal ha la forza per mantenere la rotta che conduce ai playoff”.

A gennaio aprirà il mercato. Arriveranno rinforzi?
“Certamente, per prima cosa sarà inserita una figura di alto livello che sia di supporto allo staff tecnico; in secondo luogo inseriremo nei ruoli cardine tre-quattro giocatori, sia svincolati con esperienza nel calcio a undici sia in forza ora ad altri club. I contatti sono già avviati. Le nuove forze unitamente al ritorno degli infortunati ci daranno la forza per risalire la corrente. Ma adesso dobbiamo rimanere concentrati sui prossimi impegni e soprattutto non fallirli”.


< Articolo precedente Articolo successivo >