Mercoledý 30 Novembre10:33:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Non erano banconote false: assolto. Condannato per spaccio e ricettazione

I Carabinieri avevano arrestato nel luglio 2022 un 56enne nordafricano dopo averlo sorpreso a Bellaria mentre spacciava

Cronaca Bellaria Igea Marina | 15:35 - 24 Novembre 2022 Archivio Archivio.

Nella sua abitazione, durante la perquisizione, i Carabinieri avevano trovato delle banconote sospettate di essere dei falsi. Lo spacciatore, un 56enne nordafricano, si è ritrovato così a processo anche per il reato di spendita di banconote false, ma per questo capo di imputazione oggi (giovedì 24 novembre) è arrivata l'assoluzione perché il fatto non sussiste: Banca d'Italia ha certificato la veridicità del denaro.

Un sospiro di sollievo per il nordafricano, difeso dall'avvocato Gisella Caltavuturo, che però è stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione, senza il beneficio della sospensione della pena, per gli altri due reati contestati dalla procura: lo spaccio e la ricettazione.  I Carabinieri infatti lo avevano arrestato nel luglio 2022 dopo averlo sorpreso, a Bellaria, mentre spacciava. Con sè aveva marijuana, hashish e cocaina. Dalla perquisizione domiciliare non era spuntata altra droga, ma 9 orologi, alcuni da donna, 7 smartphone e 4 macchine fotografiche.  Da qui l'accusa di ricettazione. Il 56enne si è giustificato dicendo che il materiale gli era stato consegnato da un amico, conla richiesta di custodirlo.

< Articolo precedente Articolo successivo >