Mercoledý 07 Dicembre07:09:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C, verso Rimini-Imolese. Gaburro: 'Prendere lo slancio per il rush prenatalizio'

Infermeria ancora piena. Galeotti tra i pali, Santini al fianco di Vano. Avversari guidata da mister Anastasi

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 15:17 - 28 Novembre 2022 Marco Gaburro Marco Gaburro.


Martedì di campionato con il Rimini impegnato al Romeo Neri (ore 21) contro l'Imolese guidata dal nuovo tecnico Anastasi al posto di Antonioli (quattro sconfitte consecutive con l’Olbia, ad Ancona e nel doppio turno casalingo con Aquila Montevarchi e Pontedera), prima partita di una settimana che sabato vedrà il bis in trasferta a Fiorenzuola (anticipo alle ore 14,30 anziché alle ore 17,30).

I biancorossi recuperano bomber Santini (era squalificato) ma devono rinnciare al portiere Zaccagno oltre ai soliti Gabbianelli, Mencagli, Allievi e Rosso. Squadra quasi fatta e schierata con il 3-5-2 con Vano e Santini coppia d'attacco, stesso centrocampo di reggio Emilia e in difesa accanto a Gigli probabilmente Regini e Pietrangeli (o Tofanari) e Laverone esterno destro con Piscitella sulla corsia opposta.

IL TECNICO Mister Gaburro ritortna sulla partita di Reggio Emilia: “Ho visto un buon Rimini per un'ora, almeno in fase di costruzione mentre siamo mancati negli ultimi trenta metri come ci succede da un po' di tempo, purtroppo non è bastato per uscire da Reggio con dei punti. Dobbiamo tornare a tirare in porta con più frequenza, come abbiamo fatto in passato, però lo spirito sicuramente è buono. Dal punto di vista fisico siamo usciti bene dalla partita, quando la palla la tieni te corri meno. Contro l'Imolese sarà un altro tipo di partita, il match richiede qualcosa di diverso”.

Quanto all'Imolese con il nuovo mister?

“Sicuramente c’è più incertezza su quello che potrà fare dal punto di vista tattico, anche se in due giorni non può stravolgere la situazione. Ha giocato con cinque dietro, a volte con altri moduli. Cambiando allenatore può fare cose nuove. Si sa che l’avversario è in un momento di difficoltà. Il fatto che questi cambi possano portare a un miglioramento o peggioramento, si vedrà. Penso che in questo momento per loro conti più la parte mentale che la parte tattica”.

Due trasferte tre punti e dopo 15 partite il Rimini è decimo in classifica. Soddisfatto?

“Tre punti in due trasferte è un buon bilancio. Due, tre punti ci mancano tra pali e travrse e situazioni strane, confido di riprenderli prima di Natale. Ottimo è stato il rendimento nella prima metà, peggiore nella seconda: la mia speranza è che questa inversione di tendenza che ho intravisto nelle ultime due partite possa tradursi in qualcosa di molto buono domani in modo da affrontare poi le ultime quattro gare prima di Natale con la serenità giusta in modo da trovare qualche giocata che è legata sì alle idee ma anche ai giocatori disponibili in quel momento”.




ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >