Giovedý 01 Dicembre02:08:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coriano, in piazza Mazzini una panchina per dire no alla violenza sulle donne

'Un inno al sole, alla vita e alla rinascita', evidenzia la vicesindaca Domenica Spinelli

Attualità Rimini | 13:20 - 24 Novembre 2022 Domenica Spinelli Domenica Spinelli.



Anche il comune di Coriano aderisce venerdì 25 novembre all’Orange the World -Giornata Internazionale per la lotta contro ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Alle ore 15 alla presenza del sindaco Ugolini e della giunta comunale una panchina arancione verrà inaugurata in piazza Mazzini, cuore del centro storico di Coriano e luogo simbolo della comunità corianese in cui si affaccia la sede del Municipio.

“La panchina arancione. Un inno al sole, alla vita, alla rinascita è il claim scelto nei mesi scorsi in occasione di una prima panchina inaugurata a Sant’Andrea in Besanigo - afferma l’assessore alle pari opportunità, la vicesindaca Domenica Spinelli - e ad oggi confermato per questa seconda cerimonia che ci apprestiamo ad onorare con il pensiero rivolto alle tante donne che ancora nel 2022 continuano ad essere vittime di violenze nel mondo o, troppo spesso, all’interno delle mura domestiche".

I parchi cittadini e i luoghi più rappresentativi di Coriano, evidenzia la vicesindaca, "saranno  gradualmente contaminati dalla presenza di questo simbolo arancione dedicato proprio a loro come spunto di riflessione e sostegno, a partire dall’inserimento lavorativo fondamentale per rendersi autonome e indipendenti".

"Un sostanziale passo avanti in questa direzione è l’approvazione oggi (giovedì 24 novembre) in Senato di un disegno di legge per l’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere dopo il via libera trasversale e all’unanimità di ieri (23 novembre) della Commissione Affari Costituzionali al Senato di cui sono componente", aggiunge la vicesindaca, che chiosa: "Un punto fermo della Commissione parlamentare sarà la creazione di percorsi di emancipazione e reinserimento nel mondo del lavoro con finanziamenti certi, stabili e costanti. Una garanzia e un sostegno concreto quindi per le donne che dopo vessazioni e maltrattamenti avranno dei canali di collocazione per trovare un’occupazione”.



< Articolo precedente Articolo successivo >