Mercoledý 30 Novembre20:34:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coriano, voucher per sostenere famiglie: soddisfatte 42 richieste

Una misura che consentirà di soddisfare tutte le domande presentate tramite graduatoria con scaglioni diversi in base al reddito Isee

Attualità Coriano | 11:45 - 10 Novembre 2022 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

Il comune di Coriano intercetta nuove risorse ed investe sulle famiglie per contenere le rette degli asili nido con voucher elargiti per l’anno 2022.

Una misura che consentirà di soddisfare tutte le domande presentate tramite graduatoria con scaglioni diversi in base al reddito Isee. Condizione indispensabile per l’accesso ai fondi statali era il raggiungimento di 31 domande di bimbi residenti e regolarmente iscritti al nido. Numero superato in quanto le domande pervenute sono state 42 e alle quali la giunta di Coriano ha stabilito di dare risposta tramite assegni mensili per la copertura parziale delle rette. Cifre alla mano già dal 2022 con l'integrazione di fondi statali nel Fondo comunale di solidarietà, l'amministrazione andrà ad elargire, tra risorse statali e comunali, voucher mensili di 340 euro per le prime 15 domande inserite in prima fascia Isee, ossia per le fasce più deboli, fino ad arrivare a 55 euro per l’ultima fascia. Per andare incontro alle famiglie in possesso dei requisiti richiesti è stata inoltre posticipata, per la presentazione delle domande, la scadenza dell’avviso pubblico.

 “Non abbiamo escluso nessuno e abbiamo quindi soddisfatto tutte le domande arrivate - spiega l’assessore ai servizi educativi, Paolo Ottogalli-. I contributi avranno effetto retroattivo e saranno validi da settembre a dicembre 2022. Riteniamo che queste siano risorse utili soprattutto in un periodo di rincari delle spese come questo a cui le famiglie sono sottoposte, ragion per cui anche per il prossimo anno, nel caso di conferma di ulteriori fondi nazionali entro marzo 2023 metteremo a disposizione ulteriori risorse per le rette nel periodo gennaio - giugno 2023, fermo restando che saranno confermate sempre le risorse messe a disposizioni del comune.

< Articolo precedente Articolo successivo >