Marted́ 29 Novembre05:17:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Maiolo: ok al maxi allevamento di polli in località Cavallara, creerà nuovi posti di lavoro

Sindaco: "Vogliamo lasciare le strutture in mano ai lupi e cinghiali?"

Attualità Maiolo | 09:04 - 09 Novembre 2022 Il vecchio allevamento del gruppo Arena, demolito dal nevone del 2012 Il vecchio allevamento del gruppo Arena, demolito dal nevone del 2012.

Nel cuore della Valmarecchia, in località Cavallara di Maiolo. È il luogo dove arriverà un nuovo allevamento Fileni, la nota azienda marchigiana di pollo italiano, gastronomia e carni biologiche che porterà almeno venti nuovi posti di lavoro. Un investimento da oltre 15 milioni di euro. Il sito aprirà a pochi chilometri da Secchiano di Novafeltria, sulle ceneri del precedente allevamento del gruppo Arena, demolito dal nevone del 2012 e successivamente messo all’asta. La notizia della possibile realizzazione di 10 capannoni monopiano su terreno agricolo non è stata accolta con favore dell’ex sindaco di Novafeltria, Vincenzo Sebastiani e da alcuni residenti della zona. "Mi domando quale sarà prima di tutto l’impatto ambientale - dice Sebastiani in un post su Faceboook– Senza dimenticare poi il traffico con camion e altri mezzi sulla provinciale per San Leo, sulla Marecchiese e nel centro abitato di Secchiano."

Il sindaco di Maiolo, Marcello Fattori dal canto suo, difende il progetto: "Da 5 anni come comune stiamo seguendo e vagliando ogni singolo passo di questo progetto" racconta "abbiamo avuto incontri con l'azienda, con la Soprintendenza di Ravenna che è venuta sul posto, con la provincia e la regione, insomma con tutti gli attori coinvolti nello sviluppo dell'area. Quello che verrà realizzato è stato tutto concordato e mediato. Dopo la demolizione dei fabbricati di tre piani, verranno realizzate strutture 'mono piano', circondate da vegetazione. Abbiamo insistito ed ottenuto che la superfice dei capannoni non venisse aumentata. La produzione" continua Fattori "sarà 1/4 rispetto al passato. Sarà un allevamento biologico in una zona riqualificata. Tutto il progetto è stato vagliato nei minimi dettagli. E' una cosa positiva anche per l'indotto che potrà portare. O vogliamo lasciare le strutture in mano a lupi e cinghiali?"
"E' sicuramente un valore aggiunto" gli fa eco il Sindaco di Novafeltria Stefano Zanchini "è sempre meglio una azienda nuova del cumulo di macerie che c'è adesso. Questo nuovo allevamento sarà anche un motivo in più che darà forza alla nostra richiesta della nuova 'Marecchiese' per bypassare il centro di Secchiano. Non sono tante" continua Zanchini " le aziende che sarebbero disposte a fare lavori così importanti. Per quanto riguarda i problemi paventati di viabilità ed odori, andranno affrontati e risolti."


< Articolo precedente Articolo successivo >