Mercoledý 30 Novembre22:27:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Street Food, a Bellaria Tiello Streetto 2022 durante il Rumore Festival Village

Da mercoledì 26 a domenica 30 nel piazzale antistate il Palacongressi di Bellaria

Eventi Bellaria Igea Marina | 12:10 - 25 Ottobre 2022 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

Sarà Bellaria, ad accogliere la tappa di Tiello Streetto 2022 una delle più importanti manifestazioni di street food esistenti in Italia, che porta con sé tutti i profumi ed i sapori dei piatti più famosi della tradizione regionale ed internazionale. Si svolgerà nel Rumore BIM Festival Village nel piazzale antistante il palacongressi da mercoledì 26 ottobre dalle ore 18 a domenica 30 ottobre. 

In questa tappa ci saranno 15 cucine diverse con le seguenti specialità: gli arrosticini abruzzesi, i carciofi alla giudia, il polpo alla piastra, i panini di mare, il Black Angus, la paella, la pinsa romana, l'hamburger di bufala con mozzarella di bufala, la carne chianina, la carne di cinghiale, le bombette di Alberobello, la pizza fritta, le olive ascolane, la cucina romana con la porchetta, le specialità messicane, un banco argentino, i birrifici artigianali e i dolci internazionali. 
Tanti ristoranti itineranti, chef qualificati
pronti a stupire con le particolarità e la qualità della loro cucina, questa tappa si svolgerà nel Rumore BIM Festival Village durante la settimana bellariese del Rumore BIM Festival, il nuovo contest dedicato all'indimenticabile Raffaella Carrà che seleziona e prepara nuovi protagonisti dello scenario artistico italiano. Dopo lunghe selezioni sul territorio nazionale con oltre 2500 ragazzi partecipanti, si presenteranno alle fasi prefinali del contest circa 700 selezionati che si ridurranno a soli 24 candidati per tutte e dodici le categorie a disputarsi il titolo nel Gran Galà di domenica sera 30 Ottobre.

Alla finalissima saranno presenti volti noti del panorama artistico italiano, tra cui spiccano i nomi di Marco Masini, Enzo Paolo Turchi, Samuel Peron, Massimo Cotto, Alfredo Rapetti Mogol in arte Cheope, Arturo Sepe. 
Eccellenza, originalità, tradizione sono le parole d’ordine per ogni tappa di questo festival. Nello stesso posto è possibile gustare prodotti di paesi diversi, di posti lontani ed essere avvolti da tanti
profumi e sapori.
Un appuntamento culinario di grande originalità per le cucine internazionali presenti, non tralasciando mai l’attenzione alle realtà gastronomiche regionali provenienti da tutta Italia. 
“Siamo felici del successo che i nostri chef stanno riscuotendo, la cucina ed il cibo di strada, fanno parte della nostra cultura. L'entusiasmo della gente che è accorsa numerosa ci ha riempito il cuore di gioia” afferma Riccardo Tarquini, organizzatore del Tiello Streetto. 

< Articolo precedente Articolo successivo >