Martedý 29 Novembre07:17:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, maggioranza diserta consiglio comunale bis su sanità: 'No risonanza a teorie 3V'

Nel mirino il consigliere Angelini: 'Parla dei vaccini definendoli liquidi sperimentali'

Attualità Rimini | 17:23 - 18 Ottobre 2022 Palazzo Garampi, sede del municipio di Rimini Palazzo Garampi, sede del municipio di Rimini.


La maggioranza del consiglio comunale di Rimini non parteciperà alla seduta di oggi (martedì 18 ottobre), dedicata al tema sanità, seguito di quella dello scorso 27 settembre, e convocata su richiesta del consigliere del Movimento 3 V Matteo Angelini, che per ragioni di tempo era stato impossibilitato a prendere parte alla discussione in aula.

La decisione della maggioranza viene annunciata da una nota dei capigruppo di maggioranza: Matteo Petrucci (PD), Andrea Bellucci (Lista Jamil - Rimini Rinata), Marco Tonti (Rimini Coraggiosa) e Luca Pasini (Futura con Jamil - Azione). I capigruppo dichiarano di non voler partecipare "a un evento appositamente pensato per fungere da cassa di risonanza per le ormai note teorie care al Movimento 3V", evidenziando in contrapposizione, in tema Covid, "il ruolo determinante dei vaccini nel contrasto agli effetti della pandemia". 

In merito alla precedente seduta del consiglio dedicata alla sanità, i capigruppo sottolineano che sia stata l'occasione di analizzare criticità e prospettive di sviluppo, "grazie all'ascolto in aula di esperienze, competenze, idee e progettualità spiegate dai relatori invitati, tra i quali gli ordini professionali, i rappresentanti delle sigle sindacali, il direttore dell’AUSL Romagna Carradori e l’assessore regionale alla Sanità Donini". E in quella serata, accusano i capigruppo, "il consigliere Angelini ha etichettato i vaccini come liquido sperimentale, affermazione disarticolata e lesiva della dignità dell’aula". "Poco credibile e irrispettoso verso le sofferenze delle persone", prosegue la nota, "confrontarsi sul tema della sanità condividendo la medesima aula con l'esponente 3V, che nei giorni scorsi ha giudicato positivo il fatto che i vaccinati si contagino".

Nel mirino finisce anche il resto della minoranza: "grave che Angelini stia promuovendo tutto questo con l’appoggio di Lega, Fratelli d’Italia e Gloria Lisi per Rimini".

Chiosa infatti la nota: "Ci saremmo aspettati i capigruppo di tali realtà consiliari (Luca De Sio, Gioenzo Renzi e Gloria Lisi) prendessero le distanze dopo le scioccanti dichiarazioni del Consigliere Angelini. Chi tace è responsabile. Questa minoranza, appoggiando ciecamente le cause 3V, sta dimostrando di non essere nemmeno capace di utilizzare il traino del successo nazionale del centrodestra per incidere coi propri temi a Rimini".




< Articolo precedente Articolo successivo >