Giovedý 01 Dicembre07:24:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Anche a Rimini l'università celebra i 50 anni dell'Unesco

Primi appuntamenti il 20 e il 21 ottobre

Eventi Rimini | 12:06 - 17 Ottobre 2022 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

L'Alma Mater  celebra i 50 anni dall'approvazione della Convenzione UNESCO per la protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale con un cartellone di iniziative organizzato in collaborazione con le principali istituzioni del territorio ed esteso a tutte le sedi del multicampus: Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini. 

A Rimini i primi appuntamenti saranno il 20 e il 21 ottobre con gli eventi organizzati nel quadro di "RE-CULT | Renovation Culture", in collaborazione con Laboratorio Aperto Tiberio, Agenzia del Piano Strategico, Progetto Romagna Next. 

Il 20 ottobre 2022 alle ore 9,30 ci saranno le Passeggiate collaborative nelle officine culturali e creative della città (meeting point Piazzale Kennedy); alle ore 15 al Cinema Fulgor un workshop dal titolo "RE-Cult. Nuovi modi di fare cultura".   

Il 21 ottobre sarà invece la volta dei Workshop cantieri Romagna Next, il progetto promosso da ANCI di cui il Comune di Rimini è partner capofila e l'Università di Bologna partner scientifico che si pone l l'obiettivo di portare una dimensione di area vasta alla pianificazione strategica degli enti territoriali sulla scorta dell'esperienza decennale dell'Agenzia Piano Strategico di Rimini. 

Un convegno daL titolo "Turismo sostenibile fra patrimonio locale e cittadinanza globale" avrà luogo il 10 novembre (Aula Alberti 7, Campus di Rimini, Piazzetta Teatini 13).  

La giornata di studio vuole portare alla luce ricerche e riflessioni su molteplici punti: il ruolo del patrimonio culturale rispetto alla sostenibilità; le dinamiche trasformative che si innescano nella visita ai siti patrimonio dell'umanità; il valore dell'esperienza di visita relativo all'arricchimento sia dei fruitori sia delle comunità ospitanti il bene; il ruolo del fruitore nello sviluppo sostenibile ed equo del territorio visitato; le possibili strategie di governance locali per uno sviluppo sostenibile del turismo che altresì preservi e valorizzi il patrimonio culturale; i modi in cui l'azione di policy favoriscono dinamiche positive fra conservazione del patrimonio culturale, pratica turistica e sostenibilità. 

< Articolo precedente Articolo successivo >