Mercoledý 30 Novembre20:38:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: 55 arresti e più di 50 kg di sostanze stupefacenti sequestrate, i numeri dell’attività della Polizia locale

L’assessore Juri Magrini: ‘Ecco la strategia per i prossimi mesi’

Cronaca Rimini | 15:09 - 26 Settembre 2022 Polizia Locale di Rimini controlli Polizia Locale di Rimini controlli.

E’ stata intensa l’attività a tutela del decoro urbano e per il contrasto al degrado e allo spaccio di sostanze stupefacenti, che la Polizia Locale di Rimini ha messo in campo in questi primi nove mesi del 2022. Un impegno profuso nel monitoraggio delle zone del territorio che sono più sensibili e diversificato in centinaia di servizi mirati, con monitoraggi capillari e un’intensa attività di prevenzione. Servizi che finora hanno portato al controllo di oltre 5000 persone, di cui 55 tratte in arresto e  78 sottoposte a rilievi dattiloscopici.

Numeri importanti che emergono dai report forniti da entrambi i reparti della Polizia Locale di Rimini che si occupano di reati e fanno polizia giudiziaria, ovvero: il Nucleo Sicurezza Urbana, che ha compiti più di controllo del territorio, composto da 9 unità;  e la squadra di Polizia Giudiziaria,  che svolge più attività investigativa, anch’essa composta da 9 agenti che operano prevalentemente in abiti civili. Entrambi i reparti si avvalgono delle squadre di unità cinofila, composte da 4 cani poliziotto, addestrati per diverse azioni specifiche, come le operazioni antidroga e l’ordine pubblico.

Dalle schede di entrambi i reparti emergono numeri significativi che testimoniano un impegno  costante in questi nove mesi, con risultati importanti sul territorio. In particolare l’attività antidroga - per la quale ad oggi sono state arrestate complessivamente 55 persone - ha portato al sequestro complessivo di 50,684 kg di sostanze stupefacenti e oltre 52 mila euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio.  Numeri che danno l’idea dell’impegno del Corpo nel contrasto ad un fenomeno che vede in prima linea in particolare il nucleo della squadra giudiziaria in quanto richiede in molti casi accurate attività di indagine, attraverso l’ascolto di fonti confidenziali, pedinamenti e controlli.


Oltre all’attività a contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti la Polizia Locale ha messo  in campo altri servizi per la garanzia del decoro urbano, come il contrasto al fenomeno della prostituzione, con 124 sanzioni notificate per la prescritta ordinanza, su 385 controlli complessivi e i servizi per il contrasto al gioco delle tre palline, che ha portato a 143 sanzioni, su 168 servizi mirati.  


“E’ stato determinante l’impegno delle donne degli uomini della Polizia Locale – commenta l’assessore alla Polizia Locale Juri Magrini – che in questi mesi ha portato a risultati importanti sul fronte del decoro urbano e in particolare sul contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Un impegno che viene svolto con servizi difficili, spesso organizzati in sinergia con le forze dell’ordine che testimoniano la presenza costante sul territorio. Quella dello spaccio di sostanze stupefacenti in particolare è una vera e propria piaga della società contemporanea, la cui diffusione che coinvolge la parte più giovane della popolazione, va assolutamente contrastata e limitata. Per questo continueremo a garantire questo livello di controlli anche aumentando i servizi a tutela della sicurezza urbana. Uno sforzo straordinario, che avevamo preventivato nell’arco del mandato e che stiamo mettendo in campo dall’inizio della legislatura. In particolare per il prossimo futuro stiamo sviluppando altre iniziative legate ad esempio agli street tutor, che abbiamo utilizzato per la prima volta quest’estate, grazie al progetto sperimentale finanziato dalla Regione che ha dato un buon riscontro. Inoltre stiamo lavorando per la realizzazione a breve termine di presidi mobili (es. camper), utili per gestire l'attività di controllo della sicurezza anche nelle aree oggetto di riqualificazione e nelle zone più lontane dal centro della città, per garantire anche ai territori periferici una presenza dinamica della Polizia Locale. Infine stiamo intervenendo col potenziamento della video sorveglianza, implementando fortemente il numero delle telecamere sul territorio, un progetto di cui parleremo proprio domani in Prefettura con il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.”

< Articolo precedente Articolo successivo >