Giovedý 01 Dicembre09:16:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Max Croatti, un riminese sul set di Italia's Got Talent per giocare il Mondiale di Subbuteo

Membro della nazionale azzurra sconfitta in finale

Sport Rimini | 07:21 - 25 Settembre 2022 Il podio dei Mondiali di Subbuteo Over 45, Massimiliano Croatti è il terzo da sinistra Il podio dei Mondiali di Subbuteo Over 45, Massimiliano Croatti è il terzo da sinistra.


di Riccardo Giannini

Dal 16 al 18 settembre Roma ha ospitato il Mondiale di Subbuteo, il noto gioco del calcio da tavolo. La nazionale azzurra Over 45 si è fermata all'ultimo ostacolo, in finale, battuta da Malta 2-1. Una sfida che il riminese Massimiliano "Max" Croatti ha osservato dalla panchina: epilogo amaro di un'esperienza comunque da inserire nel libro dei ricordi. Merito della location in cui si è disputato il Mondiale: Cinecittà World, lo spettacolare parco dei divertimenti a tema cinema. Qui vengono effettuate le riprese di Italia's Got Talent: "Una struttura davvero spettacolare", commenta Max, sottolineando in particolare le emozioni della cerimonia di inaugurazione della competizione: "C'erano figuranti in abiti di antichi romani, è stata davvero una cerimonia affascinante, sembrava di essere davvero in un film!".

Ma tornando alla competizione, la sfida si gioca contemporaneamente su 4 tavoli. Partite uno contro uno, un punto per la nazionale vincitrice, zero in caso di pareggio e sconfitta. Ogni nazionale era formata da sei elementi, quindi solamente quattro alla volta si potevano cimentare con le "miniature" dei calciatori.  Croatti, campione del mondo con la nazionale azzurra nel 2018 e campione europeo nel 2019, è stato protagonista di grandi vittorie nel girone di qualificazione: 4 su 4, ottenute con le "miniature" dell'Everton 1994-95, squadra inglese vincitrice in quel campionato di una FA Cup, guidata dall'iconico portiere gallese Neville Southall (iconica anche la divisa giallo-nera della Umbro, riprodotta fedelmente). "Tutte vittorie con punteggio largo, la più striminzita è stata un 4-1 con il rappresentante del Portogallo", racconta.  In effetti, Max è in genere un giocatore da vittorie di corto muso: difesa serrata (difficilissimo fargli gol) e contropiede: questa volta ha "largheggiato"..con punteggi alla Zeman. Poi è arrivata la semifinale con la Spagna e la prima "esclusione". Una scelta tecnica giustificata dal tipo di avversario. Ma a lasciare perplesso il campione riminese di Subbuteo è stata l'esclusione dalla finalissima: "I due rappresentanti di Malta che hanno vinto le due partite decisive li ho già sconfitti in passato. Diciamo che mi soffrono molto". Con Max ai box, Malta ha vinto 2-1.  Il punto azzurro è arrivato per merito del napoletano Massimo Bolognino, già campione del mondo tra gli over 45 e nella categoria open (20-45 anni). É andata invece bene all'Italia nella categoria Open: gli azzurri infatti sono riusciti a salire sul gradino più alto del podio, battendo il Belgio.


< Articolo precedente Articolo successivo >