Domenica 25 Settembre12:23:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio C, Rimini-Olbia 3-0. Gaburro: 'Bene l'approccio, abbiamo fatto gol al momento giusto'

IL tecnico: 'Loro bravi nelle ripartenze: non abbiamo concesso nulla. Non guardo la classifica'

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 17:54 - 18 Settembre 2022 Marco Gaburro (in gallery Roberto Occhiuzzi, Claudio Santini, Nicola Pasa, Simone Pietrangeli) Marco Gaburro (in gallery Roberto Occhiuzzi, Claudio Santini, Nicola Pasa, Simone Pietrangeli).


Il Rimini fa il bis di Chiavari sul proprio campo e regola con un 3-0 che non ammette replice l'Olbia versione verde (sette under in campo all'inizio). Il tecnico Marco Gaburro spiega: “Abbiamo raccolto quello che sparavamo, abbiamo fatto le cose giuste sia sul piano del gioco sia sul piano agonistico. L'approccio è stato ottimo, siamo stati aggressivi e poi abbiamno fatto gol al momento giusto e dietro non abbiamo sbagliato nulla - commenta il tecnico - Chiudere 2-0 il primo tempo e trovare ad inizio ripresa il terzo significa portare la partita dove vuoi tu. L'Olbia è brava nelle ripartenze e non non gli abbiamo concesso nulla”.

Quinto posto in classifica alla pari della Reggiana che gioca in posticipo lunedì...

“Non guardo alla classifica adesso, ora dobbiamo capire bene che cosa può fare, dopo la trasferta di Chiavari era importante dare continuità con una prestazione convincente e questo ci deve dare morale”.

L'autore della doppietta Claudio Santini, spiega: “Ci tenevamo a fare una bella prestazione dopo il ko nel derby al Neri e portare entusiasmo, ci siamo riusciti facendo vedere del bel calcio e di questo siamo molto soddisfatti. Abbiamo avuto più il pallino del gioco, siamo stati bravi a portare la partita dalla nostra parte con il gol del vantaggio contro una squadra che si difende bene: lì si è messa sulla china giusta”.

Sull'altra sponda mister Roberto Occhiuzzi ammette: “Vittoria meritata del Rimini, noi abbiamo pagato a caro prezzo la giornata no anche se voglio rivedere l'episodio del secondo gol, analogamente sul fronte d'attaccco nostro, successivamente non è stato giudicato alla stessa maniera. Per quanto ci riguarda, abbiamo fatto un passo indietro su alcune situazioni in cui eravamo solidi. Dobbiamo prendere di buono quello che c'è stato, cioè la reazione di chi entrato e si è fatto trovare pronto”.




ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >