Giovedý 29 Settembre08:32:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, il nuovo orizzonte internazionale delle scuole Karis: si studia per un quadrimestre all’estero

Inizia domani il nuovo anno scolastico per i 1200 studenti e 200 tra insegnati collaboratori delle 11 scuole primarie e secondaria di Rimini e Riccione

Attualità Rimini | 10:21 - 14 Settembre 2022 Ingresso licei Ingresso licei.

A segnare l’apertura del nuovo anno scolastico 2022/23 dei tre licei Karis, il Classico “Dante Alighieri”, lo scientifico “Georges Lemaître”, il linguistico “San Pellegrino” è l’accreditamento della Commissione Europea “Erasmus Charter for Higher Education” (ECHE). Il riconoscimento apre le porte della mobilità di studio nei Paesi UE a chi frequenta le scuole superiori. Questo consente a studentesse e studenti di frequentare un anno scolastico o un quadrimestre in uno dei paesi dell’Unione grazie ai fondi stanziati dal programma Erasmus+. Il nuovo accreditamento estende quindi ad altre nazioni, gli accordi Karis già esistenti con scuole di Francia, Austria e Spagna.
Mentre ad allargare ancora di più l’orizzonte internazionale degli studenti Karis sono gli accordi con high school statunitensi a Long Island (NYC) e Washington D.C. Chi fa questa scelta potrà frequentare l’anno scolastico all’estero con condizioni economiche speciali grazie agli accordi di scambio e reciprocità stipulati. E cinque studenti dei licei non saranno domani alla Comasca di Rimini per il loro primo giorno di lezione 2022: tre sono già dietro ai banchi In Usa, due in Gran Bretagna, per l’intero anno scolastico. In partenza poi a gennaio altri due in Francia e due in Austria, dove frequenteranno il secondo quadrimestre a completamento dell’anno scolastico. Intanto, la quarta e quinta liceo linguistico San Pellegrino sta partecipando a una settimana di studio intensivo in un omologo istituto di Antibes (FRA). Torneranno in classe a Rimini lunedì prossimo.  

“La scuola deve istruire certo, ma soprattutto educare. Fare emergere potenzialità e capacità. Accompagnare ogni studente all’incontro con la realtà, con quanto un mondo sempre più complesso e globale gli mette di fronte- spiega Paolo Valentini, direttore scolastico fondazione Karis – Una dimensione in cui conoscenza, incontro e dialogo con differenti culture diventa ogni giorno sempre più essenziale. Da questo punto di vista un periodo di studio all’estero, facilmente accessibile ed economicamente sostenibile per le famiglie, diventa un segno più importante nel cammino educativo di un giovane”.  
Opportunità che sono a disposizione anche per ragazze e ragazzi delle medie inferiori. In trentotto, quest’estate, hanno fatto un corso intensivo d’inglese a Dublino. Del resto, lo studio di questa lingua scandisce tutto il percorso Karis dalle primarie fino ai licei. Ogni studente riceve, infatti, una certificazione linguistica al termine del proprio ciclo di studio. In quinta elementare si affronta l’esame Starters in quinta elementare, alla fine della secondaria di primo grado il Key English Test (KET) e il Preliminary English Test (PET) a conclusione del biennio delle superiori.   

< Articolo precedente Articolo successivo >