Giovedý 29 Settembre06:33:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rientro sui banchi di scuola per i 3mila alunni di Santarcangelo

Supera quota 300mila euro il costo del trasporto casa-scuola

Attualità Santarcangelo di Romagna | 15:37 - 13 Settembre 2022 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Sono 3.029 gli alunni che frequenteranno l’anno educativo 2022/2023 nelle scuole di Santarcangelo. Quasi cento bimbi usufruiranno del servizio nei due nidi comunali (Rosaspina e Mongolfiera): quelli del secondo anno hanno iniziato le attività già dal 12 settembre, mentre i bambini al primo anno stanno svolgendo il periodo di inserimento. Non appena saranno definiti gli ultimi dettagli, a questi si aggiungeranno anche i neonati che frequenteranno lo spazio bimbi "Piccola rosa", il servizio integrativo al nido con tempi e modalità di funzionamento ridotti che offre occasioni di gioco e socializzazione. A sostegno delle famiglie con figli che frequentano il nido, l’Amministrazione ha accantonato 80mila euro provenienti da fondi statali e regionali: 18mila euro i contributi previsti con il progetto del Ministero dell’Istruzione “Sistema 0-6” e 63mila euro l’importo finanziato con l’iniziativa “A scuola con la Regione”.
 
Oltre 500 i bambini e le bambine delle scuole dell’infanzia statali del capoluogo e delle frazioni, mentre 960 alunni frequenteranno le elementari. Nell’anno scolastico 2022/2023 le scuole medie Franchini ospiteranno invece 828 studenti, mentre al Molari sono 637 i ragazzi e le ragazze che seguiranno le lezioni a partire da giovedì 15 settembre.
 
Oltre 1.200 alunni pranzeranno presso gli istituti scolastici grazie al servizio mensa, mentre quasi 100 studenti sono iscritti anche al pre e post scuola e usufruiranno quindi di un servizio che permetterà l’ingresso anticipato e l’uscita posticipata, così da poter conciliare meglio ritmi e necessità lavorative dei genitori. In leggero calo il numero degli alunni disabili (92), alcuni dei quali usufruiranno il servizio di trasporto speciale: dei 5 autobus a disposizione per il percorso casa-scuola, due sono infatti dedicati a bambini e bambine con disabilità. Oltre 240mila euro il costo del servizio, a cui si aggiunge quello degli accompagnatori della cooperativa pensionati che, per una spesa totale di 73mila euro, svolgeranno anche le attività di presidio davanti ai plessi scolastici e di aiuto per attraversamento delle strisce pedonali da parte degli alunni.

< Articolo precedente Articolo successivo >