Domenica 02 Ottobre16:20:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Caro energia, Bonaccini: "Qui si rischia una catastrofe" 

'Non c'è bisogno della tregua della campagna elettorale' 

Attualità Emilia Romagna | 16:18 - 29 Agosto 2022 Stefano Bonaccini, foto Ansa Stefano Bonaccini, foto Ansa.

"Non c'è bisogno della tregua della campagna elettorale, perché inevitabilmente la campagna c'è ed è in corso, visto che si vota fra poche settimane. Quello che è giusto è, al di là delle appartenenze politiche, trovare il massimo di unità intorno a misure che il governo può varare per venire incontro a imprese, famiglie, enti locali, indipendentemente se ciascuno di loro vota al centro, a destra, a sinistra. Qui stiamo parlando del rischio di una crisi sociale drammatica". Così Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, in diretta con 'L'aria che tira' su La7. "È surreale - ha detto - che da destra, Salvini, Berlusconi e Meloni invochino provvedimenti di Draghi salvifici quando hanno fatto cadere il governo. Noi avremmo avuto bisogno del Governo Draghi ancora per alcuni mesi, per l'autorevolezza che raccoglie in Europa e nel mondo e per l'autorevolezza che deve avere un governo stabile e non caduto, rispetto a trattare argomenti drammatici come questo. Ciò che oggi è un problema, in certi casi un dramma, può diventare una tragedia e una catastrofe tra poche settimane". Per Bonaccini, "la prima cosa da fare è un tetto al prezzo del gas in Europa e in Italia: se non si parte da lì non c'è altra misura sostenibile".


< Articolo precedente Articolo successivo >