Marted́ 04 Ottobre03:58:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione scelta per la quinta estate per lo stage della Nazionale di Ginnastica Artistica

Le azzurre arrivano in Romagna con al collo gli ori conquistati ai Giochi del Mediterraneo e ai recentissimi Campionati Europei.

Sport Riccione | 10:20 - 18 Agosto 2022 Da sinistra: Alice e Asia D'Amato, Martina Maggio e Francesco Poesio Da sinistra: Alice e Asia D'Amato, Martina Maggio e Francesco Poesio.


Per la quinta estate di fila la Nazionale Italiana Femminile di Ginnastica Artistica ha scelto Riccione per il suo stage estivo, quest’anno in preparazione dei campionati mondiali in calendario a ottobre in Gran Bretagna. Le azzurre arrivano in Romagna con al collo gli ori conquistati ai Giochi del Mediterraneo e ai recentissimi Campionati Europei.

“Riprendo la dichiarazione del direttore tecnico Casella durante un’intervista rilasciata ad un programma televisivo – attacca il presidente della Ginnastica Riccione, Francesco Poesio -. Il DT della Nazionale ha detto: “andremo a Riccione per rilassarci un po’, ma anche per preparare al meglio i mondiali di ottobre a Liverpool”. E ha aggiunto: “Riccione ci porta anche fortuna”. In effetti la prima volta che ospitammo le azzurre fu nel 2018: quell’anno vincemmo i campionati Europei Juniores, tra l’altro con quasi tutte le ragazze che hanno appena vinto gli Europei Senior perché di quel team facevamo parte Giorgia Villa, Asia D’Amato e Alice D’Amato. Adesso si sono aggiunte Martina Maggio e Angela Andreoli, che alla sua prima partecipazione ha conquistato anche un bronzo al corpo libero. E da quell’anno è stato effettivamente un crescendo, con alcune conferme importanti perché l’Europeo Juniores lo abbiamo portato a casa anche quest’anno. Riccione come città e noi della Ginnastica Riccione come società sportiva siamo orgogliosi di avere un po’ adottato queste ragazze, che abbiamo visto crescere come donne (alcune il primo anno avevano 14 anni, adesso sono maggiorenni) e come atlete. Come ginnaste hanno raggiunto un livello altissimo. Possiamo definire una sorta di orgoglio doppio sapere che nella loro crescita, magari anche solo per lo 0,1%, ci sia anche Riccione”.

Quali sono stati i momenti secondo lei più importanti per la Nazionale in questi cinque anni?
“Arrivare terzi al Mondiale in Germania nel 2019, dopo ben 69 anni, è stato un momento molto importante per la nostra Nazionale: lì già si cominciava a percepire questa crescita. Siamo poi passati, nel giro di un anno, dal quarto posto alle Olimpiadi, da un podio mancato per soli quattro decimi, a un trionfo europeo con quattro punti di vantaggio sulla seconda classificata, quella stessa Inghilterra che ci aveva negato il podio ai Giochi Olimpici di Tokyo. Possiamo dire in un certo senso di essere passati da -4 decimi a +4 punti  in un attimo, anche se non è stato proprio un attimo. Del resto quando fai 165 punti metti in difficoltà qualsiasi nazionale avversaria, anche le più accreditate. Credo che l’artefice principale di questi grandissimi risultati, che ci permettono di competere con le Nazioni al top in questa disciplina come gli Stati Uniti, la Russia, il Brasile e la Cina, sia il direttore tecnico Enrico Casella, secondo me dal punto di vista tecnico e manageriale il numero uno al mondo. Ovviamente i meriti sono da dividere con le ginnaste e tutto lo staff, ma secondo me Casella è un valore aggiunto che le altre nazionali non hanno: una persona che predilige i fatti alle parole, come dimostrano i risultati ottenuti in questi anni”.

Le campionesse d’Europa “sbarcheranno” nella Perla Verde venerdì sera. Non ci sarà Asia D’Amato, che proprio venerdì sarà operata al Poliambulanza di Brescia dal professor Zattoni dopo l’infortunio al piede destro patito a Monaco nel secondo salto della finale europea al volteggio (nella quale ha conquistato l’argento). Per la campionessa delle Fiamme Oro purtroppo niente mondiali. “Ci dispiace tanto per l’infortunio di Asia – dice Poesio -. In questi anni è stata una presenza costante negli stage della Nazionale a Riccione e siamo molto legati a lei. Le mando, a nome di tutta la Ginnastica Riccione e della città di Riccione, un grosso in bocca al lupo, con la certezza che tornerà presto, ancora più forte di prima, se possibile, visto che stiamo parlando della migliore ginnasta d’Europa”.

Cosa avete in programma per le azzurre?
“Quest’anno cercheremo di fare un’accoglienza diversa rispetto agli altri anni: ci saranno continue sorprese per tutta la settimana”.

Le azzurre convocate dal DT Casella per lo stage di Riccione: Martina Maggio, Giorgia Villa, Alice D'Amato, Elisa Iorio, Manila Esposito, Chiara Vincenzi, Angela Andreoli, Veronica Mandriota, Giorgia Leone, Sofia Tonelli, Caterina Gaddi e July Marano.

< Articolo precedente Articolo successivo >