Domenica 02 Ottobre15:26:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Camere fantasma, collaboratore difende il gestore dell'hotel: 'É stato truffato'

Chiamati in causa due soci e la segretaria poi licenziata il 17 luglio

Cronaca Rimini | 07:56 - 11 Agosto 2022 Turisti all'esterno dell'hotel di Marebello Turisti all'esterno dell'hotel di Marebello.


Il gestore dell'hotel di Marebello a sua volta vittima di una truffa secondo quanto dichiarato al Corriere Romagna da un suo collaboratore. Secondo la sua versione, riportata dal quotidiano, il gestore è caduto in un articolato raggiro. É stato contattato dal fratello di un uomo salito agli onori della cronaca per alcune truffe legate alle slot machine: si è fatto convincere a investire del denaro e a costituire con un terzo soggetto la società di gestione dell'hotel. L'affare prospettato dal mediatore si è rivelato invece una truffa.

Il terzo socio in particolare si sarebbe reso responsabile di ammanchi nelle casse societarie; inoltre firmava contratti con i fornitori senza pagare, debiti che sono ricaduti sul capo del gestore della struttura. In più il collaboratore del gestore accusa la segretaria, licenziata lo scorso 17 luglio, di essere il fulcro del raggiro: era lei che raccoglieva, con un telefono aziendale di sua esclusiva disponibilità, le prenotazioni in eccesso; ed era lei ad avere aperto un conto off-shore, a nome del gestore, sul quale spostava le caparre dei clienti che, arrivati a Rimini, si ritrovavano senza camera. Secondo quanto raccontato al Corriere, la donna aveva l'accesso al profilo booking e all'home banking del gestore, escludendolo; se questi  avesse tentato di farvi accesso,  tutto sarebbe stato bloccato, salvo fossero pagati 10.000 euro, una sorta di riscatto.  I tentativi del collaboratore di sistemare le cose sono caduti nel vuoto: anzi in un'occasione è stato minacciato con un coltello da un altro dipendente non in regola.   La parola passa ora alla procura e agli avvocati. 


< Articolo precedente Articolo successivo >