Martedý 09 Agosto19:11:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Da Riccione a Sanremo, ecco Cricca: il nuovo talento della musica

Il 14 agosto sarà sul palco di Piazzale Roma con la sua ‘San Lorenzo’ dedicata al quartiere dove vive

Attualità Riccione | 09:23 - 07 Agosto 2022

Di Mary Cianciaruso

Ha 18 anni e si esibisce dall’età di 8. Cantante, chitarrista e pianista riccionese, Giovanni Cricca ha maturato la sua “verve” ed esperienza musicale nel mondo. “Sono cresciuto in una famiglia decisamente fuori dagli schemi, basti dire che i miei genitori sono entrambi romagnoli e si sono conosciuti in Africa, loro infatti aiutano chi ha bisogno, i più deboli, sono infatti degli operatori umanitari.“Sin da piccolo ho condiviso le varie case in cui ho vissuto con persone che spesso avevano alle spalle una storia drammatica: questo lo considero un grandissimo dono che mi ha fatto la vita perché mi ha insegnato che ogni persona ha qualcosa di meraviglioso dentro ed ogni vita è degna di essere vissuta”. Ad Area Sanremo è riuscito a lasciarsi alle spalle circa 350 concorrenti, entrando così a far parte della rosa dei 50 che hanno avuto accesso alla finale nel 2021. Ora un altro grande traguardo: parteciperà a DeeJay On Stage dove si esibirà il prossimo 14 agosto, davanti ad un pubblico di migliaia di persone.

Le prime esperienze musicali

Cricca si trasferisce a Sidney a 5 anni, con i genitori. “Il mio primo contatto con la musica ed il canto è stato quando sono entrato nella “Sydney children’s choir” in Australia – racconta -. Avevo deciso di fare il provino per far colpo su una mia coetanea che non mi degnava di uno sguardo. Poi ho iniziato a studiare canto e piano. In famiglia dicono che ho preso tutto da mio nonno Agostino che era un ottimo clarinettista, purtroppo ora non c’è più, ma mi ha lasciato il suo clarino che tengo sempre con me”.

Il ritorno in Italia

Dai 5 agli 8 anni Cricca rimane in Australia, poi torna nella sua Riccione, stava attraversando un’età cruciale per la formazione: “Il trasferimento in Italia nel 2011 mi ha parecchio destabilizzato, ero un bambino abbastanza ribelle e un po’ problematico – racconta Giovanni - la musica è stata la mia salvezza: ho imparato a suonare il pianoforte e la chitarra ed ho incontrato quello che ancora oggi è accanto a me come produttore, Max Corona, a Musicantiere: è lui che, oltre a darmi lezioni di chitarra, ha insistito per farmi scrivere le prime canzoni inedite, sempre lui che ha messo insieme un vero e proprio team”.

Ecco il brano in vista dell’ep: “San Lorenzo”

“San Lorenzo parla della luce che devi saper vedere anche nei momenti più bui - spiega Cricca - eh sì non ci crederete ma capita anche se hai 18 anni".
Il brano è accompagnato da un videoclip realizzato dal regista Michele Venturi, video che Cricca definisce "una scommessa”. E' uscito lo scorso luglio ufficialmente il primo singolo ufficiale di Cricca, disponibile anche su Spotify https://linktr.ee/cricca . Lo ha esibito sul palco di Piazzale Ceccarini in occasione del concerto degli auguri di Natale e domenica 14 agosto sarà in Piazzale Roma a dimostrare che il talento, da buon riccionese, ce l’ha nel sangue.



< Articolo precedente Articolo successivo >