Domenica 14 Agosto16:02:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Divieti di balneazione, Nadia Rossi: 'Indagare sulle cause degli sforamenti'

La consigliera del PD: 'Serve anche corretta informazione verso cittadini e turisti'

Attualità Riccione | 12:03 - 03 Agosto 2022 Foto di repertorio Foto di repertorio.


In regione si torna a parlare del caso dei divieti di balneazione disposti e poi tolti dopo 48 ore, a seguito di analisi e controanalisi di Arpae sulle acque di 28 punti prelievi dislocati lungo la riviera.

La consigliera del PD Nadia Rossi ha presentato un'interrogazione, sollecitando la giunta a "informare correttamente i cittadini e i turisti, dando conoscenza della scrupolosa attività di verifica che si svolge periodicamente su tutta la riviera". Una sistema di controllo "scrupoloso e puntuale, probabilmente più che in altre zone del Paese, proprio a garanzia di chi ogni estate viene in vacanza sulle nostre coste". Prosegue l'interrogazione di Rossi: "Avere controlli efficaci e parametri certi sulla qualità delle acque permette infatti di dare la massima serenità ai tanti turisti ospitati ogni anno sul nostro territorio". Ma servono anche approfondimenti sugli sforamenti rilevati e sulle loro cause, "per poter prevenire in futuro il fenomeno, senza allarmismi ma con precisione” .

"Anche ieri si è riunito un tavolo tecnico convocato dalla Regione per arrivare andare ad approfondire le cause che hanno portato alla rilevazione di questi valori anomali. Ai bagnanti, alle imprese balneari, alle amministrazioni servono certezze", conclude Nadia Rossi. 


< Articolo precedente Articolo successivo >