Domenica 02 Ottobre15:36:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

L’importanza della web analytics per il successo online di un business

Per questo abbiamo voluto indagare il tema con un esperto

Attualità Nazionale | 08:29 - 08 Agosto 2022 L’importanza della web analytics per il successo online di un business

Sono davvero tante le opportunità messe a disposizione dalla web analytics moderna per il successo di un business online. Per questo abbiamo voluto indagare il tema con un esperto di web analytics come Christian Cilli di SEO Leader, realtà specializzata in consulenza SEO.


Quali sono le possibilità che scaturiscono oggi dalla web analytics?


Per capirlo è sufficiente dare uno sguardo alle strategie di marketing digitale. Chi desidera rimanere al passo con i tempi non può fare a meno di sfruttare le nuove tecnologie e gli strumenti più avanzati che derivano da quella che è diventata, attualmente, una competenza trasversale. Prima di tutto, però, è bene chiarire che la web analytics comprende l’insieme di attività che hanno lo scopo di registrare il comportamento degli utenti sulle diverse piattaforme digitali e analizzarlo; conosciuta anche con il nome di digital analytics, essa offre la possibilità di tracciare le azioni compiute da potenziali clienti non solo su siti web, ma anche sui social network, sulle app per smartphone e sugli e-commerce. Lo scopo è quello di riuscire ad assecondare le esigenze degli utenti.


È vero che la web analytics è cambiata nel corso del tempo?


Il mio ruolo di esperto google analytics mi permette di dire che questa affermazione è vera. In effetti in precedenza la web analytics era più che altro una professione molto specializzata: i diversi strumenti di analisi dovevano essere configurati dal data analyst della singola azienda, che a quel punto poteva redigere dei report che scaturivano dai dati ottenuti. Adesso la situazione è diversa, e lo diventerà ancora di più con il passaggio a GA4. È in corso, infatti, un vero e proprio cambio di paradigma, che di certo è stato reso possibile dal progredire dei tool più avanzati. Quindi non ha più senso considerare la web analytics come una professione che riguarda unicamente i digital analyst. Al contrario, oggi tutti i professionisti che operano sul web devono avere competenze paragonabili a quelle di un consulente di web analytics se desiderano avere successo nel marketing online. Almeno, è fondamentale conoscere le basi della disciplina. Si può dire che la digital analytics abbia assunto i tratti di una competenza trasversale che deve essere per forza presente nel bagaglio di skill non solo dei digital marketer e di qualunque esperto Google Analytics, ma anche di chi si occupa di copywriting e di SEM.


Qual è il ruolo svolto dai piani di misurazione in questo scenario?


I piani di misurazione possono essere ritenuti il fulcro di tutte le strategie di marketing online. Essi corrispondono a una serie di specifiche metriche che devono essere tracciate e misurate. Ipotizzando di prendere in considerazione il sito come un funnel, c’è bisogno di capire in quale punto le conversioni si dovrebbero verificare, così che poi si possa effettuare la misurazione di tali eventi. Anche i drop-off costituiscono un parametro significativo che merita di essere tracciato. Si tratta dei casi nei quali una pagina viene abbandonata dagli utenti in modo prematuro. In un piano di misurazione ci possono essere anche altre metriche oltre a drop-off e conversioni, e consentono di capire in maniera approfondita sia i comportamenti che i bisogni del target di riferimento.


Che cosa si deve fare, dunque, per verificare se sta davvero funzionando la strategia di marketing online che è stata messa a punto?


Tutto dipende dai key performance indicator, che vengono indicati con l’acronimo KPI. Si tratta, molto semplicemente, di indicatori chiave di performance attraverso i quali è possibile quantificare e definire il livello di efficacia di una strategia, così da capire se siano raggiunti o meno gli obiettivi iniziali. È opportuno delineare con cura i KPI e i piani di misurazione, dal momento che essi rappresentano il punto di partenza di una strategia che, di conseguenza, può essere ottimizzata con il passare del tempo.


Che cosa cambierà con la migrazione a Google Analytics 4?


Dal mese di luglio del prossimo anno si passa a GA4. I vantaggi che derivano da questo cambiamento sono numerosi, dal momento che tale risorsa si baserà sull’impiego di algoritmi di machine learning all’avanguardia grazie a cui sarà possibile beneficiare di un’analisi ancora più precisa del comportamento delle persone: così si otterrà la cosiddetta analisi predittiva, in grado di suggerire le tendenze future. Google Analytics 4, inoltre, funziona in base agli eventi, e ciò corrisponde a una maggiore flessibilità del tracking degli utenti; in più permette di tenere monitorati gli obiettivi e le metriche più importanti per ciascuna strategia. Sarà possibile, infine, eseguire le analisi cross-platform e avere una panoramica completa in virtù dell’integrazione di metriche diverse provenienti da più canali, come app e siti web.


Consulenza Google Analytics 4, il servizio di SEO Leader


Chi si rivolge a SEO Leader ha l’opportunità di richiedere e ottenere un servizio di consulenza Google Analytics 4, utile tra l’altro per conformare la propria attività al regolamento GDPR. La consulenza GA4 Standard, a partire da 249 euro, include consulenza GA4 e migrazione; quella Advanced, a partire da 399 euro, comprende anche la consulenza GDPR.


< Articolo precedente Articolo successivo >