Domenica 07 Agosto18:43:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Antenna Ina Casa Rimini, l'amarezza del Comitato 'ci resta solo la manifestazione di piazza'

Il comitato ha chiesto un incontro con l'Assessora Montini e l'ingegnere Piacquadio per avere informazioni sul sito di via Agrelli. Ancora questo incontro non si è svolto.

Attualità Rimini | 10:15 - 30 Giugno 2022 Immagine di repertorio Immagine di repertorio.

Il Comitato No Antenna Ina Casa di Rimini torna a parlare del posizionamento di una antenna di telefonia vicino alle abitazioni. Il comitato ha chiesto un incontro con l'Assessora Montini e l'Ingegnere Piacquadio per avere informazioni sul sito di via Agrelli. Ancora questo incontro non si è svolto. "Da alcuni mesi si vocifera una soluzione" dice il comitato "a nostro avviso, totalmente insoddisfacente". Si tratta dello spostamento dell'antenna sul tetto del Palazzo della Provincia in via Dario Campana. "La zona è la medesima, vicinissima alle case, a sole due strade di distanza da un'altra grande antenna, quella di via Gessi" ribadisce il comitato "non sappiamo come verrà direzionata l'antenna, quindi chi può dire se le emissioni incideranno comunque sui siti sensibili delle scuole del quartiere? Non è certo così, spostando il problema di poche strade, su altri cittadini del medesimo quartiere, e creando così tensioni tra vicini, che si risolve la situazione. Inoltre oltre al danno anche la beffa, cambiando il sito il nostro ricorso decadrebbe. Ed infine, che ne è del nuovo regolamento comunale che doveva essere varato nei primi 100 giorni, a garanzia di tutela per i cittadini? Sono troppe le incertezze e le questioni sospese."
L'autorizzazione di Iliad per mettere l'antenna in via Agrelli scade alla fine di giugno e ieri, mercoledì "sono comparsi divieti di sosta quasi di fronte all'ingresso del sito di via Argelli. Ricordano tanto i divieti posizionati un anno fa, quando Iliad era pronta a montare i 30 e passa metri di antenna nel silenzio generale di una amministrazione che, in teoria, era in fase di dialogo col Comitato. In mancanza di notizie certe, vedere simili cartelli desta sempre la nostra preoccupazione,  anche quando sono riferiti ad altre attività. Se c'è un momento per il dialogo è proprio questo. Altrimenti ci resta solo la manifestazione di piazza e l'amarezza di un muro di gomma che cerca in tutti i modi di sfiancare la resistenza e la lotta per i propri diritti di noi cittadini."

< Articolo precedente Articolo successivo >