Giovedý 30 Giugno11:31:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, 296.000 euro di reddito di cittadinanza percepito illegalmente

Bilancio della Guardia di Finanza: 27 evasori totali nascondono 5 milioni di iva

Attualità Rimini | 12:41 - 23 Giugno 2022 Le celebrazioni per la Guardia di Finanza Le celebrazioni per la Guardia di Finanza.

Anche la Guardia di Finanza di Rimini celebra il 248esimo anniversario di fondazione del Corpo. L’appuntamento si terrà questa sera, giovedì 23 giugno, al Comando provinciale in via Grassi a Rimini. Al solenne alzabandiera parteciperanno autorità provinciali militari e civili. Il Comandante Provinciale, Colonnello t. ST Alessandro Coscarelli e il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale di Rimini, Ten. Col. Fulvio Nicolò Furia, dopo la lettura del messaggio augurale del Presidente della Repubblica e dell'Ordine del giorno del Comandante Generale, ringrazieranno i militari di tutti i Reparti della provincia per l'impegno e l'alta professionalità profusi nell'attività di servizio, che hanno consentito di ottenere, nel 2021 e nei primi mesi del 2022, a lusinghieri risultati operativi .

In occasione della ricorrenza, lo scorso 21 giugno, il Comandante Provinciale ed il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale, con una rappresentanza di militari in servizio ed in congedo dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia di Rimini, si sono recati presso il cimitero cittadino per deporre una corona in alloro dinanzi alla stele che ricorda i Caduti della Guardia di Finanza. 

La giornata del 21 giugno si è conclusa, poi, con una chiamata alla Sala Operativa da parte di una simpatica nonnina di 92 anni. La signora dopo aver fatto gli auguri ha ringraziato le Fiamme Gialle per il loro operato che insieme a quello delle altre “divise” le permettono ancora oggi di uscire con tranquillità, nonostante i pericoli della vita. La telefonata si è conclusa con un brindisi “virtuale” con l’operatore della Sala Operativa.

La Guardia di Finanza ha anche tracciato un bilancio dal primo gennaio 2021 al maggio 2022. Sono stati oltre 5000 gli interventi ispettivi e 650 indagini delegate.

FRODI SU CREDITO DI IMPOSTA É stato di oltre 440 milioni di euro l’ammontare delle frodi accertate dalle Fiamme Gialle relativamente ai crediti di imposta agevolati per edilizia. I crediti “inesistenti” sequestrati sono oltre 200 milioni di euro.
Sono 27 gli evasori totali, sconosciuti al fisco che hanno evaso circa 5 milioni di Iva, 445 gli impiegati in modo illecito di cui 46 totalmente in nero; 86 persone sono state denunciate per reati tributari. Quattro arresti, 7,2 milioni di euro l’ammontare dei beni sequestrati.

TUTELA SPESA PUBBLICA Bonus fiscali, contributi a fondo perduto e finanziamenti bancari con garanzia. Rispetto a questi temi i finanzieri hanno fatto oltre 90 controlli, denunciando 25 persone per l’indebita richiesta o percezione di oltre 950mila euro. Diciotto multe ad altrettante persone per indebita esenzione di ticket sanitari; 798mila euro è l’ammontare dei redditi di cittadinanza richiesti o percepiti (296mila indebitamente percepiti, 502mila chiesti e non ancora riscossi). Sono stati denunciate oltre 60 persone.

Centoventi le persone denunciate per frode: circa 2,6 milioni di euro è il totale di quanto frodato in materia di appalti, spesa sanitaria, erogazioni previdenziali. 39 persone denunciate per corruzione e peculato per circa 130mila euro. Danni erariali per oltre 415 mila euro hanno portato a multare 21 persone.

CONTRASTO ALLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA Sono 63 le persone denunciate per riciclaggio e auto riciclaggio, 9 sono finite agli arresti. 13 indagini di Polizia Giudiziaria hanno portato a scoprire un ammontare di 172,5 milioni di euro. Tre persone arrestate per usura, analizzate 300 segnalazioni di operazioni sospette.

Ai confini terrestri e marittimi sono stati eseguiti 22 controlli sulla circolazione della valuta, per movimentazioni transfrontaliere, nel corso dei quali sono stati intercettati valori e titoli al seguito per oltre 45 mila euro.

In materia di reati fallimentari sono state accertate distrazioni patrimoniali per circa 15 milioni di euro, denunciate 16 persone, per cui è stato proposto all’Autorità Giudiziaria il sequestro di beni per oltre 5 milioni. 

In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 138 soggetti, ed ammonta a circa 44 milioni di euro il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie proposti per il sequestro, mentre i provvedimenti di sequestro operati hanno raggiunto, rispettivamente, la quota di oltre 1,8 milioni di euro.
Sono stati eseguiti 154 accertamenti la maggior parte dei quali riferiti alle verifiche per il rilascio della documentazione antimafia. 

Con l’ausilio delle unità cinofile sono stati eseguiti 23 interventi, che hanno portato al riscontro di altrettante violazioni con la conseguente verbalizzazione di 23 soggetti dei quali 3 denunciati all’Autorità Giudiziaria (di cui uno arrestato) e 19 segnalati all’Autorità Prefettizia con il sequestro di oltre 6,8 kg di sostanze stupefacenti

Sono stati 55 gli interventi a contrasto dei fenomeni di contraffazione di marchi registrati, specie relativamente ai dispositivi di protezione individuale da Covid 19. Sono stati sequestrati oltre 73 mila articoli tra contraffatti e non sicuri con la conseguente denuncia di 21 responsabili e segnalazione di 22 soggetti. 


< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}