Domenica 03 Luglio13:30:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lavoro nero, comune di Rimini chiede più ispettori. Gloria Lisi: "Era la nostra proposta, bocciata"

L'ex vicesindaca attacca la maggioranza: "Ha snobbato il nostro ordine del giorno"

Attualità Rimini | 13:11 - 02 Giugno 2022 Stefano Brunori e Gloria Lisi Stefano Brunori e Gloria Lisi.



In tema lavoro stagionale e impiego di manodopera "in nero", i consiglieri di minoranza Gloria Lisi e Stefano Brunori "punzecchiano" l'amministrazione comunale di Rimini: le recenti dichiarazioni della vicesindaca Chiara Bellini, sulla necessità di potenziare il personale addetto ai controlli e quindi di aumentare la vigilanza, sono in linea con l'ordine del giorno presentato dai consiglieri della lista Lisi, ma bocciato dalla maggioranza. 

L'ordine del giorno prevedeva, in particolare, la redazione di un protocollo d'intesa tra il comune e gli organi preposti in modo da poter intervenire con misure restrittive sulle attività colpevoli di sfruttamento della manodopera: ad esempio intervenendo sulla licenza e sull'occupazione di suolo pubblico da parte di queste attività. Tra i punti chiave dell'ordine del giorno, anche la richiesta di potenziare il personale addetto ai controlli sul territorio riminese: una possibilità, a seguito del rafforzamento degli organici degli enti preposti ai controlli. con l'assunzione imminente da parte dell'ispettorato del Lavoro di quasi 3000 persone e di concorsi Inps/Inail in atto.  Lisi e Brunori suggerivano inoltre di creare delle White list delle aziende virtuose. Suggerimenti al momento bocciati dalla maggioranza.


< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}