Giovedý 23 Marzo00:35:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket B, Rimini-Faenza senza Poggi: frattura scomposta del naso. Martedì sotto i ferri

Il vice coach di Rimini Simone Brugè e Bobby Mladenov 'giocano' gara2 di martedì

Sport Faenza | 22:18 - 30 Maggio 2022 Basket B, Rimini-Faenza senza Poggi: frattura scomposta del naso. Martedì sotto i ferri

La società Raggisolaris comunica che Giovanni Poggi ha riportato una frattura scomposta del setto nasale durante la prima partita della semifinale play off contro Rimini. Il giocatore sarà sottoposto ad operazione chirurgica nella giornata di martedì 31 maggio. Per Poggi, qundi, stagione finita.  La società augura a Giovanni una pronta guarigione e spera di vederlo in campo il prima possibile.
Martedì al Flaminio secondo atto della semifinale play off tra Rinascita Basket Rimini e Raggisolaris, serie che vede i riminesi avanti 1-0. Il match si giocherà martedì alle 20.30 poi la serie si sposterà a Faenza.

Simone Brugè, vice coach di rivieraBanca: dopo Gara 1 c'è il rischio di 'sedersi' sull'ottima prestazione messa in campo? Come si supera questo potenziale ostacolo?
"Ieri abbiamo fatto una prova corale veramente solida, senza magari tirare con percentuali altisonanti perchè sia noi che Faenza abbiamo avuto circa il 30% da tre punti: la vera differenza è stata nel limare le loro caratteristiche principali, giocando bene in difesa sia fisicamente che mentalmente ed in attacco abbiamo trovato tiri ad alta percentuale muovendo bene la palla. Siamo una squadra formata da professionisti ed anche i giovani hanno una mentalità ben indirizzata, sappiamo il valore che può avere Faenza e questa è una semifinale, ci sono le migliori quattro squadre del tabellone playoff. Gara 2 sarà fondamentale, siamo ben consapevoli del fatto che ci vorrà la stessa durezza fatta vedere in Gara 1.
 
Bobby Mladenov, dopo una stagione molto difficile stai trovando minuti nei playoff. Come ti sei sentito in queste prime quattro partite? Dove ti piacerebbe migliorare ancora?
"Non è stata una stagione molto bella, ma credo sempre molto in me stesso perchè altrimenti non riesco ad esprimermi. Penso che queste prime quattro partite siano andate molto bene, sono concentrato nel fare le cose che aiutano la squadra. Mi piacerebbe col tempo migliorare su alcuni aspetti, principalmente in difesa: abbiamo giocato secondo me una buona difesa in Gara 1 e questo ci ha permesso di prendere molto vantaggio. Dobbiamo cercare di fare la stessa cosa anche domani sera perchè la partita sarà più tosta, loro vorranno riscattare la sconfitta in Gara 1: io insieme a tutta la squadra proveremo a difendere con molta intensità".

Simone Brugè, cosa dobbiamo aspettarci da Faenza rispetto Gara 1?
"Si fa sempre molta fatica ad organizzare qualcosa di pienamente diverso dal modo di giocare di una squadra, parlerei più di dettagli soprattutto perchè siamo in semifinale playoff e si scontrano due squadre molto forti. Noi dovremo stare attenti ai giocatori più esperti come Vico e Molinaro, ma anche Aromando che pur essendo giovane può dare fastidio; il capitano Petrucci è un ragazzo orgoglioso che nei momenti cruciali può fare la differenza e Siberna ha giocato fino in fondo l'anno scorso con San Vendemiano. Parliamo di giocatori che sanno approcciarsi a queste partite, Faenza arriva qua con il coltello tra i denti com'è giusto che sia, noi saremo pronti a rispondere con l'elmetto in testa."

Bobby Mladenov, questa serie dipende più da voi o dagli avversari?
"Dipende solo da noi, se facciamo le cose che dobbiamo fare e giochiamo come domenica in Gara 1 possiamo arrivare molto avanti."

Un'ultima domanda per entrambi: non saremo mai troppo ripetitivi nel sottolineare l'importanza del nostro pubblico, soprattutto in un momento così importante della stagione.

Simone Brugè: "Il nostro pubblico è qualcosa d'incredibile, io guardo tante partite di serie B ed almeno per quanto riguarda i gironi C e D non c'è un altro tifo come questo.
Ringraziamo i nostri tifosi per il sostegno mostrato ieri, ci dà una spinta essenziale e questo è importante per i giocatori in campo: ad ogni canestro, palla recuperata o contropiede il Flaminio esplode".
 
Borislav Mladenov: "Ad ogni cosa il pubblico reagisce, che sia una stoppata, un tiro da tre punti o una schiacciata. I nostri tifosi ci sostengono sempre, li ringraziamo tanto e li aspettiamo tantissimi domani sera".


< Articolo precedente Articolo successivo >