Sabato 02 Luglio07:18:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Secondo anno a Santarcangelo per il progetto estivo di volontariato contro le mafie

Aperte le iscrizioni del progetto di Libera: quest'anno al parco Ecolandia di Reggio Calabria

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:31 - 24 Maggio 2022 Le bandiere di Libera (foto Ansa) Le bandiere di Libera (foto Ansa).

Per il secondo anno consecutivo, anche i giovani di Santarcangelo potranno partecipare al campo di volontariato promosso da Libera sui beni confiscati alle mafie. La destinazione quest’anno sarà il parco Ecolandia a Reggio Calabria, dove ragazzi e ragazze da 14 a 25 anni saranno dal 10 al 16 luglio: il termine per l'iscrizione è invece venerdì 10 giugno.
 
Il campo si svolgerà su un bene realizzato illegalmente su una spiaggia di Reggio Calabria, confiscato e ricollocato nel quartiere di Arghillà, a due passi dal mare sullo stretto di Messina. Ecolandia è un parco ludico-ambientale e tecnologico, realizzato con i fondi europei del Programma Urban: ristrutturato e rinnovato dal consorzio di cooperative e associazioni che lo gestisce dopo anni di abbandono, oggi è una realtà unica in Italia e in Europa, che promuove attività di ricerca e sviluppo, oltre a percorsi etici e sociali.
 
Tra le attività previste dal campo di volontariato, una serie di approfondimenti sulle attività criminali relative all’ambiente, all’uso illecito del suolo, al traffico e allo smaltimento illegale dei rifiuti. Ragazzi e ragazze potranno conoscere il fenomeno ‘ndranghetistico nella realtà calabrese incontrando testimoni privilegiati e la rete di imprenditori pizzo free “Reggio Libera Reggio”, oltre ad approfondire la tematica dei beni confiscati, visitandone alcuni presenti in città gestiti da enti con finalità sociali. I partecipanti, inoltre, saranno impegnati nel completamento delle opere di rinnovamento del parco, nella manutenzione della struttura per renderla più accessibile e nel recupero di spazi verdi a beneficio del quartiere di Arghillà.
 
“Siamo contenti di dare continuità a questo progetto, al quale aderiamo per il secondo anno” dichiara l’assessore alle Politiche giovanili Danilo Rinaldi. “Si tratta infatti di un’esperienza davvero significativa, che offre a ragazzi e ragazze la possibilità di acquisire una solida cultura della legalità e dell'antimafia attraverso una conoscenza diretta della tematica. A questo valore si aggiunge anche la possibilità, non meno importante, di condividere un’esperienza di socialità – conclude l’assessore Rinaldi – che dopo due anni di pandemia diventa ancora più preziosa”.
 
L’adesione dell’Amministrazione comunale di Santarcangelo all’iniziativa “E!state liberi” avviene anche quest’anno tramite l’associazione Sergio Zavatta onlus di Rimini e il Centro giovani RM25, insieme ai Comuni di Rimini e Cattolica, nell’ambito del progetto finanziato con i fondi dei Piani di zona.
 
Viaggio, assicurazione, vitto e alloggio saranno quindi gratuiti per ragazzi e ragazze che parteciperanno al progetto, insieme a migliaia di giovani che ogni estate scelgono di fare un'esperienza di impegno e formazione su beni confiscati alle mafie, gestiti da cooperative sociali e associazioni. Per aderire all’iniziativa occorre iscriversi entro il 10 giugno contattando v.minicucci@associazionezavatta.org, tel. 328/3076780.

< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}