Sabato 02 Luglio04:10:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il giorno della riapertura delle discoteche, ma solo per 4 locali su 10

Lo spiega Gianni Indino del Silb, che aggiunge: "rischio sale deserte"

Attualità Rimini | 15:05 - 11 Febbraio 2022 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Oggi (venerdì 11 febbraio) è il giorno della riapertura delle discoteche. Lo stato d'animo dei gestori però non è dei migliori, spiega Gianni Indino, presidente del Silb. Solo 4 locali su 10 saranno aperti in Emilia Romagna e in Riviera, anche perché, evidenzia Indino, "aprire dall’oggi al domani non fa parte del nostro lavoro: non è così che funziona per i locali, che hanno come necessità primaria quella di programmare". C'è il dubbio sull'affluenza: "nell’animo della gente c’è voglia di libertà, divertimento e spensieratezza, ma la situazione attuale va in tutt’altra direzione". Indino punta il dito sull'impennnata dell'inflazione, che costringe i cittadini a sacrificare le spese sul divertimento. "L’unico vantaggio per chi apre oggi è che aprono in pochi e magari riuscirà a coprire le spese della serata", spiega amareggiato. Senza dimenticare il problema del caro bollette: "Per tutto questo, è pura utopia pensare che un locale possa reggere per molto tempo una capienza al 50%. Il differenziale tra costi di apertura, spese e incassi sarà a saldo negativo", sottolinea il n.1 del Silb Emilia Romagna. Le battaglie del Silb non si fermano dunque: "continueremo dunque a pressare il governo attraverso tutti i nostri canali per tenere un faro acceso sul nostro settore anche da domani, quando magari si sarà spenta qualche telecamera perché abbiamo riaperto".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}