Lunedý 28 Novembre20:11:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, riposa la Virtus: pronto l’assalto al quarto posto

Il match clou è la sfida tra Tre Penne e La Fiorita di domenica. Sabato quattro anticipi

Sport Rimini | 14:34 - 10 Febbraio 2022 Calcio RSM, riposa la Virtus: pronto l’assalto al quarto posto

Non solo il big match tra Tre Penne e La Fiorita, che catalizzerà l’attenzione del pubblico calcistico sammarinese nel pomeriggio di domenica ad Acquaviva, ma anche il “tema quarto posto” terrà banco nel corso del fine settimana ormai alle porte.

Complice il turno di riposo della Virtus ed i tre pareggi consecutivi da cui è reduce la squadra di Bizzotto, la corsa all’ultima posizione che garantisce l’accesso diretto ai play-off, rischia di farsi ancor più intasato. In particolare, Libertas e Pennarossa meditano il sorpasso. I granata di Cardini sono freschi di successo nel derby col San Giovanni (1-0) e dovessero confermarsi vincenti anche sabato contro il Murata (Fiorentino, ore 15.00), scavalcherebbero in classifica i Neroverdi di Acquaviva. Che rischiano di trovarsi dietro anche al Pennarossa, impegnato domenica nel complesso confronto col Tre Fiori. Va da sé che un’eventuale vittoria da parte del Pennarossa sui gialloblù, aprirebbe scenari coinvolgenti anche la terza piazza, se non addirittura la seconda laddove Tre Penne-La Fiorita dovesse risolversi a favore dei primi.

Nei progetti di sorpasso Cardini e Selva andranno tenute in considerazione le assenze: quelle in ambito disciplinare priveranno la Libertas di Olcese (che salterà anche il turno infrasettimanale con il Tre Penne), mentre il Pennarossa dovrà fare a meno di Tiboni. Restando sulla sfida tra Pennarossa e Tre Fiori (domenica a Montecchio, ore 15:00), non va tanto meglio a Sperindio, costretto a rinunciare a Davide Simoncini e Claudio Cuzzilla per somma di ammonizioni. La controparte della Libertas, vale a dire il Murata, deve invece sopperire alle squalifiche di Comuniello e Fall.

Ambizioni da Top Four che ovviamente coinvolgono anche la Folgore, campione in carica. I ragazzi di Lepri tornano in campo sabato, dopo aver osservato il turno di riposo ed intendono mantenere il ritmo delle sopracitate Libertas e Pennarossa. Avversario di giornata il Cailungo (Domagnano, ore 15:00), che ha visto interrotta la serie positiva di quattro partite con la sconfitta di misura operata dal Tre Penne. I ragazzi di Protti si ritrovano a -7 dal dodicesimo posto con una partita in più rispetto al San Giovanni – che affronterà nello scontro diretto di metà settimana. Condizione non semplice al giro di boa del torneo, che potrebbe ulteriormente complicarsi a meno che il Cailungo non inizi ad ingranare. La Folgore non è esattamente il cliente più comodo, considerato che arriva da un turno di riposo ed il precedente 4-0 nel derby contro la Juvenes-Dogana.

I ragazzi di Amati scenderanno in campo sabato contro il Domagnano (Acquaviva, ore 15:00). Non una partita qualunque per i Giallorossi, che nella sconfitta dell’andata (2-1) videro aprirsi una serie negativa di otto incontri, in cui maturò un unico punto contro il Cosmos. Fronte Juvenes-Dogana si registrano le assenze per squalifica di Mezzadri e Guidi. Se per il club di Serravalle la vittoria è d’obbligo per pensare di coltivare l’ambizione di aggancio al turno preliminare, il Domagnano vuole confermare di aver ritrovato lo smalto di inizio stagione e mettersi al riparo da ulteriori emorragie di risultati.

Chiude il programma del sabato la sfida tra San Giovanni e Faetano (Montecchio, ore 15:00). I profondi avvicendamenti in sede di mercato di riparazione, fronte Faetano, hanno portato in dote quattro punti e zero gol subiti – nei primi 180’ del 2022. Un trend positivo che, abbinato alla vittoria di misura sul Murata di dicembre, ha portato gli uomini di Girolomoni a ridosso del quinto posto. Se a Faetano intendono sognare in grande, un successo a Montecchio è indispensabile. Obiettivo condiviso con l’avversario: il San Giovanni, infatti, non intende stare a guardare. Considerata la gara in meno rispetto alle altre squadre (due addirittura, nei confronti di Tre Penne e Murata), i Rossoneri potrebbero trovare, nell’eventuale vittoria, lo slancio per risalire la classifica e presentarsi nelle migliori condizioni al confronto col Cailungo della settimana prossima. Nel San Giovanni mancherà per squalifica Angelini.

Sembra invece l’ultima spiaggia quella che domenica attende il Cosmos. I ragazzi di Massimo Gori, subentrato in corsa alla guida dei Gialloverdi, hanno chiuso un girone senza vittorie e tre soli punti fatti: al Federico Crescentini incroceranno il Fiorentino (ore 15:00), undicesima forza del torneo con 16 punti. Ben tredici più del Cosmos, alla ricerca di una svolta in questa seconda metà di stagione che possa in qualche modo rimettere in discussione l’approdo al turno preliminare. A complicare le cose, le squalifiche di Zaghini e Solazzo. In casa Fiorentino, il giudice sportivo ha appiedato Borgagni.

Orbitano in ben altre zone di classifica Tre Penne e La Fiorita, protagoniste –più delle altre tredici sorelle – dell’ultimo decennio di calcio sammarinese. È sufficiente consultare l’albo d’oro delle recenti stagioni per comprendere la portata di uno scontro di altissimo profilo che potrebbe riaprire la corsa alla vetta. Oggi saldamente nelle mani degli uomini di Ceci, che vantano nove punti di vantaggio su La Fiorita e Tre Fiori, benché con una partita in più. Recupera due giocatori non da poco il Tre Penne, che potrà tornare a contare sull’apporto di Ceccaroli e Badalassi. La Fiorita affronterà il secondo big match consecutivo, dopo il 3-3 con il Tre Fiori. Per Lasagni l’interrogativo, non di poco conto, di sostituire la pesante assenza di Roberto Di Maio – squalificato per somma di ammonizioni. Appuntamento domenica ad Acquaviva, con calcio di inizio alle ore 15:00.

< Articolo precedente Articolo successivo >