Venerdì 09 Dicembre00:14:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Marijuana legale: come usarla e conservarla al meglio

Da quando è arrivata la pandemia, sempre più persone hanno scoperto i benefici della cannabis light

Attualità Nazionale | 20:24 - 08 Febbraio 2022 Foto di repertorio Foto di repertorio.

​​​​​Gli shop online di marijuana legale hanno registrato un vero e proprio boom di vendite negli ultimi anni: da quando è arrivata la pandemia, sempre più persone hanno scoperto i benefici della cannabis light e si sono avvicinate a questi prodotti. In molti tuttavia si chiedono ancora oggi come vada utilizzata la marijuana legale e in che modo conservarla al meglio, per farla durare a lungo senza problemi. Oggi vi spiegheremo proprio questo.

Come usare la marijuana legale

La cannabis legale può essere assunta in diversi modi, a seconda del prodotto che si sceglie di acquistare. Nei migliori marijuana shop oggi è possibile trovare sia le infiorescenze di differenti varietà come la White Widow sia le tisane che gli olii concentrati di CBD. Ce n'è dunque per tutti i gusti ed ognuno è libero di acquistare il prodotto che preferisce a seconda dei benefici che intende ottenere. I fiori di marijuana sono consigliati ai fumatori o comunque a coloro che amano gustare la cannabis oltre che godere delle sue proprietà, mentre le tisane hanno un effetto più blando in quanto contengono concentrazioni inferiori di CBD. L'olio al contrario è quello più ricco di cannabidiolo, ha un sapore non proprio gradevole ma si presenta sotto forma di gocce da assumere per via orale e ne bastano pochissime per godere degli effetti benefici di questo principio attivo.

Come conservare al meglio la marijuana light

La marijuana light in fiori non ha scadenza, ma deve essere conservata al meglio per evitare che le sue proprietà vengano meno e che il gusto cambi con il passare del tempo. Innanzitutto, è bene ricordare che i raggi ultravioletti sono dei veri e propri nemici delle infiorescenze di cannabis e lo stesso si può dire dell'ossigeno. I fiori devono dunque essere conservati in un luogo che sia al riparo da qualsiasi fonte di luce diretta e all'interno di un contenitore ermetico, in modo che non prendano aria. L'ideale può essere, ad esempio, un barattolo di vetro, posto però all'interno di un mobile o un cassetto che non sia illuminato.

Anche le temperature eccessivamente alte o al contrario troppo rigide possono provocare un deterioramento precoce della marijuana, quindi è sempre meglio evitare di mettere il barattolo nel frigorifero o accanto a delle fonti di calore. La temperatura ideale per la conservazione ottimale delle infiorescenze di cannabis light è compresa tra i 16 ed i 21°C.

Eventualmente, è possibile anche congelare le cime di marijuana se si teme di non riuscire a consumarle nel giro di alcuni mesi. Si tratta di un'opzione piuttosto rischiosa, che però consente di mantenerne intatte le proprietà e anche le caratteristiche organolettiche, quindi nel dubbio vale la pena provare. Attenzione però, perché una volta che sono congelate, le infiorescenze di cannabis light devono essere fatte scongelare in modo naturale e graduale, senza utilizzare altri metodi per accelerare il processo. Potrebbero inoltre presentare umidità e in tal caso bisogna lasciarle asciugare completamente, in un luogo ben ventilato ed asciutto, per evitare il rischio che si formi della muffa sulla superficie
 

< Articolo precedente Articolo successivo >