Domenica 04 Dicembre19:53:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Beach Volley, tricolore a squadre: Beach & Park terza a Rovigo

Il duo italo-sammarinese Claudia Campo e Katia Piccioni, bronzo nella Silver League

Sport Repubblica San Marino | 10:51 - 08 Febbraio 2022 Da sinistra: Claudia Campo e Katia Piccioni Da sinistra: Claudia Campo e Katia Piccioni.

Un esordio condito da un terzo posto. E’ il risultato ottenuto dalla Beach & Park San Marino, rappresentata dalla sammarinese Claudia Campo e dalla saludecese Katia Piccioni, nella tappa di Rovigo del Campionato italiano a squadre di Beach Voley 2x2 organizzato dalla Fipav, che si è disputata domenica 6 febbraio.

La coppia italo-sammarinese ha gareggiato nella categoria Silver (le altre sono Gold, Bronze e Over 35), disputando un ottimo torneo. Sconfitte all’esordio dalla squadra formata Marta Casotto/Elisa Bisello del Beach Volley Padova per 1 a 2 (11/15 15/8 13/15), le romagnole sono entrate nel tabellone delle squadre perdenti e da lì hanno costruito la propria rimonta battendo l’altra compagine patavina formata da Roberta Migliarese e Sofia Matterazzo con un nettissimo 2 a 0 (15/3 15/4) e poi il duo delle tirolesi del Bruneck, Eva Seeber e Ines Luefter sempre per 2 a 0 (15/7 15/12). Battagliatissima la semifinale contro Giorgia Balestri e Giulia Zaccaria della Beach Volley League. E’ arrivata una sconfitta sul filo di lana: 1 a 2 (17/15 14/16 14/16) dopo una partita tiratissima. Nella finale per il terzo posto Campo e Piccioni si sono ritrovate contro Casotto/Bisello che le avevano sconfitte all’esordio. Stavolta il risultato sorrideva alle giocatrici della Beach & Park che si imponevano per 2 a 1 (15/7 10/15 15/10) conquistando un meritato bronzo alle spalle di Sonia Capriglia e Giulia Petroncini (oro) e a Balestri/Zaccaria (argento).

“Parteciperemo ad altre tappe del Campionato italiano– spiega Claudia Campo - . L’obiettivo per la squadra (della quale fa parte un’altra sammarinese, Stella Casadei, ndr) è accumulare esperienze per cercare di capire a quale livello possiamo competere per poi cercare di fare sempre meglio”.

< Articolo precedente Articolo successivo >