Sabato 02 Luglio04:41:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Green Pass, Confcommercio accusa: "si è creata tensione tra clienti e negozianti"

Indino: " solidali con le scelte delle persone, non possiamo transigere nel fare rispettare le regole imposte"

Attualità Rimini | 15:55 - 03 Febbraio 2022 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Clienti che non hanno esibito il Green Pass su richiesta dei negozianti: Confcommercio Rimini raccoglie le segnalazioni dei propri assistiti e traccia un bilancio negativo, nei primi giorni di entrata in vigore dell'obbligo di Green Pass per accedere ai negozi. Per Gianni Indino, presidente Confcommercio Rimini, i nuovi obblighi deteriorano la parte relazionale tra negoziante e cliente, "quella del buon vivere e dei rapporti personali". Indino evidenzia: "se da una parte possiamo essere solidali con le scelte delle persone, non possiamo transigere nel fare rispettare le regole imposte".  Giorgio Dobori, presidente provinciale della Federazione Italiana Tabaccai, conferma: "ci sono persone che arrivano persino allo scontro verbale al momento della richiesta di esibizione del certificato". Gianmaria Zanzini, presidente di Federmoda, ribadisce invece le proprie preoccupazioni per la crisi che sta attraversando in queste settimane il commercio: poche persone in giro per lo shopping (a causa di isolamenti forzati da Covid e quarantene), rincari delle bollette che hanno come conseguenza un taglio delle spese da parte dei cittadini e la burocrazia che rende scarso l'impatto dei ristori decisi dal governo.  L'unica concreta speranza, evidenziata da Indino e Zanzini, è un ritorno alla normalità (o quasi) con la dimunizione di contagi, il calo della pressione sugli ospedali e il conseguente allentamento delle restrizioni.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}