Sabato 28 Gennaio17:15:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Turismo, Rimini riguarda nuovamente alla Pasqua "come periodo di ripartenza"

Festività danneggiate dalla variante Omicron. Il sindaco di Rimini: "albergatori si stanno rimboccando le maniche"

Turismo Rimini | 13:55 - 19 Gennaio 2022 Rimini Rimini.

Il Covid continua ad arrestare la ripresa del turismo. La variante Omicron ha colpito proprio nel pieno delle festività, provocando anche lo slittamento del Sigep a marzo, come rileva in una nota il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, che però, "in questo scenario poco rassicurante", vede segnali positivi dalle 59 pratiche presentate nel 2021 negli uffici comunali per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria degli alberghi. "Vogliamo interpretare questo come un segnale di fiducia, la testimonianza diffusa di una voglia di ripartire che viene dai nostri operatori turistici in un momento oggettivamente difficile e preoccupante per lo scenario che si sta presentando". Albergatori che quindi "si stanno rimboccando le maniche", lavorando per riqualificare le proprie strutture, "cogliendo anche le varie opportunità offerte dai crediti di imposta e dai bonus alberghi". Il sindaco rimarca la necessità di una cooperazione tra chi amministra, nella pianificazione degli investimenti, e gli imprenditori che hanno il coraggio di investire e innovare: "siamo davanti a un bivio, o si investe o si rischia di uscire dal gioco". Fari dunque puntati sulla Pasqua 2022, definita da Sadegholvaad "un banco di prova importante, anticipato dal Sigep che si terrà a metà marzo". Con l'auspicio che sia davvero "il periodo della ripartenza", spiega, "quello del Paganello come primo evento sulla spiaggia, quello in cui gli alberghi aprivano per non richiudere fino a settembre e poi a ottobre con il TTG e Ecomondo".

 

< Articolo precedente Articolo successivo >