Mercoledý 19 Gennaio05:34:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid: occupazione reparti ospedalieri sale in Emilia Romagna e altre nove regioni

E' quanto emerge dal monitoraggio quotidiano dell'Agenzia Nazionale dei servizi sanitari regionali (Agenas)

Attualità Rimini | 12:39 - 31 Dicembre 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.

E' stabile, a livello nazionale, al 17%, il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti ospedalieri di area non critica da parte di malati con Covid-19, ma sale in 10 regioni, e sono ora 17 quelle che superano la soglia del 15%. I valori più alti si registrano in Calabria e Valle d'Aosta, entrambe al 29%. E' quanto emerge dal monitoraggio quotidiano dell'Agenzia Nazionale dei servizi sanitari regionali (Agenas), che confronta i dati del 30 dicembre con quelli del giorno precedente. 

L'occupazione dei posti nei reparti di area non critica, a livello giornaliero, sale in: Basilicata (17%), Campania (16%), Emilia Romagna (15%), Lazio (18%), Provincia Autonoma di Trento (19%), Puglia (9%), Sicilia (20%), Toscana (12%), Umbria (18%), Valle d'Aosta (29%). E' in calo, ma ampiamente oltre la soglia del 15%, in Calabria (29%). E' stabile ma oltre soglia in: Friuli Venezia Giulia (22%), Liguria (28%), Lombardia (18%), Marche (22%), Provincia Autonoma di Bolzano (16%), Piemonte (20%), Veneto (19%).

La nostra regione è dunque tra quelle che superano la soglia del 15% per l'occupazione dei reparti non di terapia intensiva.



 

< Articolo precedente Articolo successivo >