Sabato 29 Gennaio06:31:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: Murata, mister Fabbri: 'Il ritorno sarà tosto, squadre più forti dopo il mercato'

'Siamo ottavi, avremmo potuto fare meglio senza i tanti infortuni. La chiamata della FSGC motivo di orgoglio'

Sport Repubblica San Marino | 16:10 - 28 Dicembre 2021 Achille Fabbri tecnico del Murata: è il collaboratore del nuovo Ct della Nazionale diSan Marino Costantini Achille Fabbri tecnico del Murata: è il collaboratore del nuovo Ct della Nazionale diSan Marino Costantini.

Il Murata ha chiuso l’anno solare con la chiamata del suo tecnico Achille Fabbri da parte della Federcalcio sammarinese: entra a far parte dello staff del nuovo Ct della Nazionale Fabrizio Costantini, il successore di Franco Varrella.

“Per me è un grande motivo di orgoglio poter collaborare con il Ct Costantini che mi ha chiamato al suo fianco; è un incarico di prestigio e assai stimolante, che mi riempie di orgoglio e che posso onorare innanzitutto grazie alla mia società che mi ha dato l’opportunità di lavorare al meglio in questo triennio – spiega Achille Fabbri – . Potrò maturare una esperienza importante sotto il profilo professionale, con un respiro internazionale. Ma ora sono concentrato sul Murata: ci aspetta una seconda parte di stagione molto impegnativa e che non ammette distrazioni”.

A due turni dalla fine del girone di andata, il Murata è ottavo in classifica con 16 punti con la giornata di riposo da osservare nel primo turno del nuovo anno. Soddisfatto?

“Siamo in linea con le aspettative di inizio stagione quando la società si è trovata di fronte alla necessità di rifare quasi ex novo la rosa per le partenze di giocatori importanti. Al fianco di uomini esperti abbiamo inserito ragazzi giovani e sammarinesi cercando di valorizzare al meglio tutte le risorse disponibili, tenendo d’occhio il bilancio che da sempre è la bussola del club. Purtroppo non siamo stati fortunati: siamo stati falcidiati da un gran numero di infortuni che ci hanno condizionato pesantemente: ad esempio abbiamo perso per tutta la stagione bomber Indelicato; in più partite le defezioni sono state numerose causa infortuni e squalifiche: contro San Giovanni e Faetano, ad esempio, eravamo all'osso e abbiamo raccolto solo un punto quando invece avremmo potuto mettere in cascina punti preziosi. Al completo avremmo potuto fare meglio. Questo è l'unico rammarico”.

Cosa chiede al girone di ritorno?

“Sarà tutto un altro campionato perché, in base alla mia esperienza, so che le squadre cambieranno il loro volto andando sul mercato e dunque avremo una seconda parte di stagione ancora più agguerrita e tirata per il raggiungimento dei playoff nella posizione migliore di classifica. Anche il Murata cercherà di migliorare la sua rosa senza però fare spese pazze perché non sono nella nostra natura. Dopo dieci giorni di riposo il 27 dicembre abbiamo ripreso gli allenamenti e ci aspetta subito una full immersion. Torneremo in campo a metà gennaio contro la Virtus, ultima partita del girone di andata prima delle sfide consecutive contro Tre Fiori (turno infrasettimanale) e La Fiorita per poi la settimana successiva affrontare la leader Tre Penne”.

Insomma, un gennaio molto tosto per il Murata: sulla sua strada le prime quattro della classe.

< Articolo precedente Articolo successivo >