Martedý 25 Gennaio22:00:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, Murata: mister Fabbri: 'S.Giovanni pericoloso e noi contati, ma abbiamo tanta rabbia'

L'obiettivo è fare un risultato positivo per tenere a distanza l'avversario e mantenere una buona posizione

Sport Repubblica San Marino | 09:28 - 10 Dicembre 2021 Il Murata vuole tornare a festeggiare Il Murata vuole tornare a festeggiare.

Il Murata è uscito di scena ai quarti di finale della Coppa Titano al cospetto della Folgore, che tre giorni prima aveva vinto nettamente (3-0) la partita di campionato. Nel ritorno dei quarti di Coppa, invece , la squadra di Fabbri dopo il pareggio a reti bianche nella sfida di andata, è stata battuta per 2-1. Sotto di un gol nel primo tempo per il gol di Dormi, ha subito al 62’ il raddoppio dell’ex Fedeli ma al 78’ Tani ha riaperto il match e lo stesso Tani è andato vicino al gol pochi minuti dopo quando il Murata ha buttato il cuore oltre l’ostacolo con un generoso forcing finale. Insomma, una prestazione di tutt'altro spessore rispetto a quella di tre giorni prima.
Mister Fabbri, a pochi giorni dal 3-0 in campionato, si è vista in campo un’altra squadra...
“Abbiamo giocato una partita gagliarda, di grande temperamento; faccio un applauso a tutti perché sotto il profilo della generosità, dell’impegno, abbiamo fatto il massimo contro i campioni in carica che hanno dimostrato almeno nel primo tempo di avere un potenziale di prim’ordine. Abbiamo dato tutto, sotto di due reti, non ci siamo dati per vinti, abbiamo segnato e siamo stati di nuovo pericolosi. Ci tenevamo molto a passare il turno, per noi e per la società. Purtroppo è un periodo in cui dobbiamo lottare contro la sfortuna: ci mancavano oltre a Bernardi squalificato e a Indelicato che ha chiuso la stagione, vale a dire i nostri attaccanti, Babbini e Fall mentre Diedhiou dopo il primo tempo ha dovuto alzare bandiera bianca per una infiammazione al piede. Più di così non avremmo sinceramente potuto fare nelle condizioni in cui ci troviamo”.
Ora vi rituffate nel campionato.
“Sabato affrontiamo a Domagnano il San Giovanni che ha 12 punti, tre in meno di noi, un match molto importante tra squadre che cercano il migliore piazzamento in vista della seconda fase. Avrò Bernardi a disposizione, ma tutti gli altri saranno ancora out. Pur in condizioni nuovamente rimaneggiate cercheremo di fare bottino pieno e comunque sarà fondamentale muovere la classifica. Dopo aver interrotto la serie di sette risultati utili vogliamo riprendere il nostro cammino e regalarci altre soddisfazioni”.
Che avversario è il San Giovanni?
“Pericoloso come testimonia il pareggio a cui ha costretto recentemente La Fiorita (1-1) e in precedenza il Tre Penne (3-3). Una squadra solida, ben strutturata, che già la scorsa stagione ha fatto bene, pericolosa in attacco con i suoi 16 gol segnati e la coppia davanti Montebelli-Mema. Dovremo fare una partita importante per cercare il bottino pieno. La lezione che ci viene dalle due ultime sfide in ordine di tempo contro la Folgore deve esser tenuta a mente: occorre una prestazione di temperamento come quella di Coppa”.

< Articolo precedente Articolo successivo >