Giovedý 20 Gennaio05:24:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Marino, esteso uso green pass: le nuove regole

Da oggi (giovedì 9 dicembre) la mascherina torna obbligatoria nei luoghi chiusi aperti al pubblico

Attualità Repubblica San Marino | 15:56 - 09 Dicembre 2021 Foto di repertorio Foto di repertorio.


Alle 5 di questa mattina (giovedì 9 dicembre) è entrato in vigore a San Marino il decreto 197, con nuove misure a seguito dell'aumento di contagi da nuovo coronavirus. Ma mascherina è obbligatoria nei luoghi chiusi aperti al pubblico (salvo bambini di età inferiore ai 6 anni): in bar e ristoranti è necessario indossarla  all’entrata, all’uscita, durante ogni spostamento interno, rispettando il distanziamento interpersonale. Mascherina anche sui mezzi pubblici. All'aperto è obbligatoria in caso di eventi o in assenza di distanziamento di almeno 1,5 metri. 

Ci sono poi le norme sul green pass, necessario per accedere a ristoranti, mense, bed & breakfast, agriturismi, hotel e strutture ricettive in genere, sale giochi, ai luoghi della cultura, a congressi e meeting, alle strutture sportive pubbliche e private.  Il green pass si ottiene in caso di vaccinazione (durata 9 mesi dal completamento della vaccinazione primaria oppure dalla dose di richiamo/booster), in caso di guarigione (durata 6 mesi) oppure in caso di esito negativo a un tampone antigenico o molecolare.

Per accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico e scaricare o stampare il proprio green pass, è necessario, essere registrati sul portale della Pubblica Amministrazione (www.pa.sm), richiedere l’attivazione del Fascicolo al CUP dell’ISS e fornire un numero di cellulare sul quale ricevere ogni volta che vi si accede, il codice di autenticazione via SMS.

Per verificare la validità del green pass, è possibile utilizzare l’applicazione sammarinese  “COVerifica19.sm” oppure quella italiana “VerificaC19”, assicurandosi che si stia utilizzando la versione più aggiornata. L’utilizzo dell’app “VerificaC19” prevede due modalità di lettura del green pass: la verifica “base” e la verifica “rafforzata”.

In Italia è stato introdotto anche il green pass rafforzato che si ottiene solo in caso di vaccinazione o guarigione.

Per quanto riguarda le vaccinazioni effettuate a San Marino, il green pass italiano riconosce come valide tutte le vaccinazioni ricevute con vaccino approvato EMA, e – al momento solo fino al 31 dicembre – anche quelle con il vaccino Sputnik V. 

L’ISS ricorda che per la vaccinazione di richiamo (booster) è consigliata a tutti la somministrazione del vaccino a mRNA (Pfizer/BioNTech), ma coloro che volessero ricevere la dose di richiamo utilizzando il vaccino Sputnik Light, non potranno ottenere il green pass valido ai fini dell’utilizzo in Italia. In merito, infine, al certificato anticorpale al momento non è possibile generare uno specifico green pass. Fa quindi fede il certificato stesso, che ha validità di un mese dalla data di esecuzione del test. Si ricorda che tale certificato è valido - per gli utilizzi previsti dall’articolo 5 del Decreto Legge 197/2021 – esclusivamente all’interno del territorio sammarinese.

 

< Articolo precedente Articolo successivo >