Sabato 29 Gennaio07:19:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tutti i personaggi della natività più popolari nel presepe degli italiani

Ci sono piccoli cambiamenti regionali e caratteristici

Attualità Nazionale | 07:51 - 04 Dicembre 2021 Addobbi albero di Natale Addobbi albero di Natale.

Le statue del presepe in Italia sono più o meno sempre le stesse ma, come vedremo in questo approfondimento, ci sono piccoli cambiamenti regionali e caratteristici.

Questi derivano da tradizioni secolari e consuetudini risalenti fino al 1300, giunte oggi fino a noi.

Quando gli italiani si preparano a decorare la casa e ad adornarla con i loro amati addobbi albero di Natale lo fanno tenendo conto soprattutto delle tradizioni di famiglia e in base al proprio gusto estetico. 

Le tendenze italiane sul presepe

Molto spesso sia l’albero che il presepe sono gli stessi da sempre anche se, ultimamente, questa tendenza è in corso di cambiamento perché il mercato degli addobbi e delle statuine per il presepe è più dinamico che mai. 
Questo dimostra che la tradizione italiana di presepe e albero di Natale sia tutt’oggi intoccabile ma che in quanto al gusto e all’amore per gli oggetti pregiati, gli italiani la sappiano davvero lunga. 
Tra le tendenze italiane risultano almeno due macro-tipologie di presepe: quello storico e quello popolare. Tra i due esistono differenze che spaziano dall’ambientazione ai personaggi passando per le simbologie ed i significati che questi dovrebbero trasmettere. 

Presepe storico e presepe popolare

In particolare il presepe storico è quello in cui si riproduce fedelmente l’ambientazione della natività con tutti i suoi edifici, i costumi dell’epoca e i veri personaggi che assistettero alla nascita di Gesù. 
Il presepe popolare, invece, è quello che si slega leggermente dalla tradizione storico-religiosa e che acquisisce elementi più spontanei e liberi sfruttando stili, forme e spazi differenti. Per questo potrebbe includere luoghi di fantasia, personaggi attuali e edifici dei nostri tempi come accade nel popolare presepe napoletano, il più antico e famoso di tutti quelli di matrice popolare. 

I personaggi che non mancano mai nel presepe

Nonostante queste differenze, esistono taluni personaggi che non mancano mai nell’una e nell’altra tipologia, ovvero la Sacra Famiglia composta da Gesù, Maria e Giuseppe. Maria assume l’aspetto di una donna soave e devota in abiti chiari mentre Giuseppe viene raffigurato come un pastore, mentre Gesù viene posizionato al centro, nella mangiatoia trovata nella stalla. 
A seguire figurano sempre i re Magi, Gaspare, Melchiorre e Baldassarre che arrivano a Betlemme per omaggiare il figlio di Dio con i doni in oro, argento e mirra. Il contorno è sempre decorato con la presenza dei pastori assorti sul bestiame, intenti a preparare doni per Gesù o a svolgere lavori tipici del tempo. 

La lavandaia e i simboli cristiani 

Tra gli artigiani e i lavoratori figurano i pescivendoli e i fabbri ma anche una particolare figura che simboleggerebbe la purezza della nascita: la lavandaia
Questo personaggio è caratterizzato da una leggenda per la quale la lavandaia fosse una “giovanotta” desiderosa di assistere a tutti i costi alla nascita e di poter guardare il figlio di Dio. Tuttavia questo desiderio le fu negato perché non era ancora maritata e, pertanto, non poteva assistere ad un parto, né tantomeno portare panni e vesti in aiuto alla partoriente.
Ai personaggi si sommano gli animali come cammelli, asini e pecore che si trovano generalmente in ogni presepe. Anche gli animali hanno significati simbolici legati alla religione cristiana proprio come il bue e l’asinello che rappresenterebbero il popolo ebreo e quello pagano. 

La Sacra Famiglia

Infine troveremo sempre Maria, Giuseppe e Gesù. Maria simboleggia la purezza e la dolcezza e viene sempre raffigurata in vesti celesti con le mani giunte in preghiera. 
Come molti studiosi hanno fatto notare non si tratta di una posa o di un atteggiamento materno ma, bensì, di una gestualità di un’ancella, di una serva che accetta la volontà divina. Giuseppe è il simbolo dell’umiltà. Rappresenta il lavoratore onesto, il capo famiglia responsabile della sua sposa e del figlio donatogli da Dio ed il suo inevitabile destino. 

< Articolo precedente Articolo successivo >