Domenica 23 Gennaio23:38:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pizzaioli e pony express pusher, chiuso il processo a Rimini

Dal Gup una condanna a 7 anni e 4 mesi, 10 persone patteggiano 

Cronaca Rimini | 20:09 - 29 Novembre 2021 Il Tribunale di Rimini Il Tribunale di Rimini.

Era stato uno dei più grossi sequestri di droga degli ultimi tempi, con circa un centinaio di chili di stupefacente sequestrato e fatto arrivate dalla Spagna per essere smerciato in Riviera. Lunedì mattinna (29 novembre) si è concluso il processo davanti al Gup del Tribunale di Rimini, Manuel Bianchi per gli imputati rimasti coinvolti nell'inchiesta 'Pony Express', che aveva portato alla luce, appunto, un maxi giro di droga. Tra gli insospettabili coinvolti c'erano operai e pony express tra cui spiccava la figura di F. D., 27 anni, originario di Milano, ma residente a Rimini, pizzaiolo per il quale il Pm, Davide Ercolani aveva chiesto 11 anni. Oggi è stato condannato a alla pena di 7 anni e 4 mesi di reclusione e ad una multa di 82.000 euro. Gli altri 10 imputati hanno patteggiato pene dai 4 anni ai 5 mesi di reclusione. Patteggiamento anche per R. B. ritenuto socio nell'acquistare 150 chili di marijuana per essere smerciata nel Riminese, di 2 anni, con pena sospesa nonostante il parere contrario del pubblico ministero Ercolani.

< Articolo precedente Articolo successivo >