Mercoledý 26 Gennaio01:46:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, il Tre Penne cerca il rilancio nel big match con la Folgore

Sabato si giano anche Cailungo-Tre Fiori, Pennarossa-Murata e Faetano-La Fiorita

Sport Repubblica San Marino | 19:07 - 26 Novembre 2021 Foto FSGC Foto FSGC.

Di nuovo campionato in vista, con la possibilità, per alcune squadre, di riversare nel fine settimana le sensazioni positive del turno infrasettimanale di coppa oppure, all’inverso, di ricercare un immediato riscatto a seguito di un’andata dei quarti che non ha coinciso esattamente con le più rosee aspettative. Certo esula da questi discorsi il Domagnano, rinfrancato dal successo di mercoledì ma costretto, causa turno di riposo, all’impossibilità di dare ad esso uno sviluppo subitaneo.

Chi invece potrà ricercare immediata continuità, dopo due vittorie fra campionato e coppa, è il Tre Fiori, opposto al Cailungo nell’anticipo di Domagnano. I gialloblù vogliono continuare ad insidiare le posizioni da podio, in primis la terza occupata dal Pennarossa, mentre per i rossoverdi l’imperativo è quello di sempre: centrare la prima vittoria e dare inizio ad una lunga scalata dai bassifondi. Arbitrerà Romanazzi. 

A Montecchio andrà in scena, sempre al sabato, uno degli incroci più interessanti del fine settimana, se non il più interessante in assoluto. Folgore e Tre Penne saranno di fronte con esigenze differenti, ma un comune obiettivo: vincere. La Folgore ultimamente va a singhiozzo e ha bisogno di ritrovare il feeling coi tre punti per innalzarsi dalla parte centrale della classifica, comunque molto corta. Quanto alla capolista, il primo pensiero è quello di riscattare subito un insolito periodo di magra – un pareggio e una sconfitta, per quelli di Città, nelle ultime due gare disputate sui due fronti – presupposto indispensabile per continuare a tenere a distanza di sicurezza le inseguitrici almeno per un’altra settimana, prima fra tutte La Fiorita. Si augura naturalmente l’opposto la squadra di Montegiardino, decisamente rilanciatasi negli ultimi sette giorni (due vittorie in due gare) e certo tutt’altro che intenzionata a mollare la presa sulla prima posizione dopo aver dimezzato le distanze proprio nello scorso turno, portandosi a -2 dal Tre Penne. Il miglior auspicio di Oscar Lasagni e di bissare quanto fatto in mezzo alla settimana: in coppa i suoi ragazzi hanno superato 3-0 il Faetano e domani si troveranno di fronte il medesimo avversario, che in campionato è in serie positiva da quattro turni e che certo ha ben chiari nella mente quali siano gli errori che non dovranno essere commessi contro la formazione rivale, dato che ne ha fatto esperienza diretta pochissimi giorni fa.  Il secondo ‘derby del Marano’ consecutivo si giocherà a Fiorentino e sarà diretto da Ceccarelli. Mirino puntato sulla vetta sì, ma con un’attenzione alle retrovie: la Fiorita deve continuare a guardarsi dal Pennarossa, che dopo il pareggio con la Folgore e la sconfitta in coppa, ha fame di riscatto ma anche necessità, a sua volta, di difendersi dagli attacchi di chi lo segue in classifica. Sulla strada dei ragazzi di Chiesanuova ci sarà il Murata, intenzionato da proseguire la sua scalata alle posizioni di vertice – peraltro sono solo tre le lunghezze che lo separano dall’avversario di giornata – provando a sfruttare anche l’onda lunga di un periodo di buona forma, fatto di quattro vittorie e quattro pareggi nelle ultime otto gare disputate, compreso lo 0-0 infrasettimanale. Il confronto di Acquaviva è affidato al fischietto di Vandi. 

Passando alla domenica, sarà interessante capire se la Libertas saprà dare seguito alle due vittorie con Cosmos e Virtus, che hanno permesso ai granata di riproporsi nuovamente nella parte ‘interessante’ del Girone Unico, a due lunghezze di ritardo appena dalla terza posizione. Di fronte ai granata ci sarà il Fiorentino, che ha smarrito la vittoria da due turni ritrovandosi impantanato in una zona poco illuminata dal sole, ma dove la classifica è piuttosto corta ed offre quindi la molto allettante prospettiva di scalare posizioni su posizioni, magari in un colpo solo. Il posticipo fra granata e rossoblù si giocherà a Montecchio e sarà diretto da Cenci. Per una Libertas che è ripartita c’è una Virtus che si è inceppata a seguito proprio del k.o. contro i granata. Dimostrare che si sia trattato solo di un caso isolato è il primo pensiero della banda di Bizzotto, determinata a ripartire già dalla sfida con la Juvenes-Dogana, di recente tornata alla sconfitta dopo un paio di pareggi consecutivi. Si giocherà ad Acquaviva con direzione di gara assegnata a Villa.  Il pirotecnico 3-3 con la capolista Tre Penne ha mosso la classifica e probabilmente anche rinvigorito il morale del San Giovanni, che però, dopo aver interrotto la striscia di sconfitte, ha adesso bisogno dei tre punti per rilanciarsi in una graduatoria che per il momento lo vede stazionare nella parte bassa. Di fronte, una formazione che della vittoria fa una necessità assoluta, dato che attualmente il Cosmos chiude la classifica del Girone Unico con appena un punto in otto gare, proprio come il Cailungo. Ai gialloverdi il compito di sovvertire il pronostico – ricercando un gol che manca da mesi e mesi – nel match di Domagnano, che sarà diretto da Zani. 
 

< Articolo precedente Articolo successivo >