Luned́ 06 Dicembre21:14:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Caso Pantani: Procura di Rimini vuole registrazione completa di Miradossa

Fascicolo al momento senza reati, chiesti altri atti 

Attualità Rimini | 16:22 - 24 Novembre 2021 Mamma Tonina, Ansa Mamma Tonina, Ansa.

La Procura della Repubblica di Rimini ha richiesto alla Commissione Antimafia l'invio della registrazione completa della deposizione di Fabio Miradossa, l'ex pusher che vendeva la cocaina a Pantani e che all'epoca della prima indagine, nel 2004, patteggiò una pena di 5 anni. Lo stesso Miradossa che nel 2019, nel pieno dello svolgimento della Commissione Antimafia in una trasmissione delle 'Iene' affermò "Marco non è morto per questo, è stato ucciso". Una verifica che la Procura intende fare per escludere l'esistenza di parti secretate o non a conoscenza degli inquirenti onde fugare ogni nuova illazione. Il nuovo fascicolo della Procura della Repubblica di Rimini, che ha già archiviato due indagini, l'ultima nel 2015, arrivando sempre alla stessa conclusione e cioè che il campione di ciclismo morì per una overdose di farmaci e droga, è stato disposto su modello 45 e non quindi per omicidio, come era stato riferito nei giorni scorsi dall'avvocato della famiglia Pantani. Il modello 45 viene utilizzato dalle Procura per l'iscrizione di un fascicolo nel registro degli atti non costituenti notizie di reato. Insomma un approfondimento prima di aprire un fascicolo d'indagine con un'ipotesi di reato vera e propria. Del resto lo stesso Miradossa già recentemente sentito nell'ambito del nuovo fascicolo, non avrebbe aggiunto nulla di rilevante a ciò che la prima e la seconda indagine sulla morte del Pirata, avvenuta il 14 febbraio 2004 nel residence Le Rose di Rimini, avevano appurato. Chi spinge per una verifica ulteriore, anche prima che una nuova ipotesi di reato possa essere formulata dalla magistratura, sono l'avvocato Fiorenzo Alessi, difensore della famiglia Pantani e la madre del Pirata, Tonina Belletti sentita per l'ennesima volta in Procura. La madre di Pantani ha già consegnato alla magistratura un dossier di diverse pagine, con documenti e spunti investigativi e ne ha annunciato l'invio di un ulteriore.

< Articolo precedente Articolo successivo >