Domenica 28 Novembre16:13:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, celebrata la Virgo Fidelis patrona dell'Arma dei Carabinieri

Celebrata anche la "Giornata dell'Orfano" in ricordo dei figli dei militari scomparsi

Attualità Rimini | 10:57 - 23 Novembre 2021 Un momento della celebrazione - nella gallery la consegna della targa Un momento della celebrazione - nella gallery la consegna della targa.

Lunedì pomeriggio nella Chiesa Parrocchiale di San Raffaele Arcangelo di Rimini, sono state celebrate le ricorrenze della “Virgo Fidelis”, patrona dei Carabinieri e “La Giornata dell’Orfano” in onore dei figli dei militari deceduti, assistiti dall’ONAOMAC (Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri). 

La ricorrenza cade il 21 novembre di ogni anno a ricordo dei molti Carabinieri che, nello stesso giorno del 1941, persero la vita nell’epica battaglia di Culqualber. Siamo nella Seconda Guerra mondiale, in Africa Orientale, i Reparti Italiani, benché stremati dalle fatiche e dagli incessanti attacchi, riescono a resistere e a conquistarsi comunque l’onore delle armi da parte dei nemici. Nel tragico epilogo si distinsero in maniera particolare per “Indomito valore” i Carabinieri del I Battaglione Mobilitato. Quest’anno la cerimonia si è tenuta il giorno successivo, in quanto il 21 novembre capitava in festività domenicale. 

La Messa, concelebrata dal Cappellano Militare, don Giuseppe Grigolon, e da don Eugenio Savino, si è svolta in forma ridotta nel rispetto delle prescrizioni antiCovid-19 e ha visto la partecipazione, oltre ad una rappresentanza di militari del Comando Provinciale, del solo Prefetto di Rimini, Dott. Giuseppe Forlenza, in rappresentanza di tutte le autorità provinciali. 

Nella circostanza, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Colonnello Mario La Mura, oltre a ricordare l’epico fatto d’armi, per il quale è stata conferita all’Arma la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, ha voluto rivolgere un commosso pensiero a tutti i Carabinieri che hanno perso la vita, oltre a quelli caduti nell’adempimento del loro dovere, lasciando un vuoto incolmabile nei loro cari e in tutti i colleghi con cui hanno condiviso il servizio

Infine, a margine della cerimonia religiosa, quale affettuosa e significativa attenzione a favore dei giovani assistiti dall’ONAOMAC (Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri) che completano positivamente gli studi, il Comandante Provinciale ha consegnato una Targa d’Argento a Asia Cruciani  e Giuseppe Mancuso, che hanno conseguito rispettivamente la Laurea Magistrale in “Progettazione e Gestione dell’Intervento Educativo nel Disagio Sociale” e in “Scienze e Tecniche dell’Attività Sportiva”.
 

< Articolo precedente Articolo successivo >